Precauzioni cosmetiche da stadio #3 ITALIA vs FRANCIA

11 Marzo 2017. Stadio Olimpico. RBS 6 Nazioni. Italia VS Francia.
Delle partite del 6 Nazioni 2017 giocate in casa, Italia-Francia era di fatto la mia terza scelta (su tre). Ecco, appunto. Non è un caso se, in generale, i francesi non vengano ritenuti dei simpaticoni (anche se la Marsigliese dal vivo ha sempre un suo perché, diciamocelo).
 
Sveglia all’alba, come sempre: outfit da tifosa e make up essenziale. Quel che non manca, anche questa volta, è una crema mani e un idratante labbra! Ma facciamo un passo indietro….
I prodotti che ho portato come me in trasferta sono stati acquistati lo scorso novembre (in occasione di Italia-All Blacks), presso il pv Yves Rocher della stazione Termini, e sono in uso (anche se non proprio quotidianamente) sin da allora. Il pack, lo vedete, è grazioso e funzionale e i due prodotti risultano estremamente accattivanti e golosi: una linea al Miele e Muesli (certificata ECOCERT)non può non allettare….almeno per quanto mi riguarda! Della stessa linea c’era anche una combo per il corpo, ma viaggiando con bagaglio a mano, il formato era proibitivo! Sob! 
 
WP_20170318_12_14_51_ProYVES ROCHER_CULTURE BIO_Crema mani nutriente Miele & Muesli Bio
 
E’ stata la mia crema mani da comodino prima, da scrivania dopo, da trasferta, da borsa…e di nuovo da scrivania: insomma, sono sempre stata indecisa su quale fosse l’uso più appropriato….ma la verità è che non mi ha mai convinta del tutto. La sua texture è fluida ma piuttosto ricca e untuosa, per questo sulle prime ho pensato di destinarla “alla notte” (complice anche il suo profumino goloso): tuttavia non si è dimostrata realmente nutriente e ristrutturante e, se avessi puntato su creme riparatrici per davvero, di certo le mie mani avrebbero superato l’inverno e i danni del freddo con meno problematiche!! Come idratante da scrivania, del resto, non è andata meglio proprio per la questione “unto”. Quel che ho imparato è che, per funzionare al meglio, va usata in piccole dosi e ripetutamente: in questo modo si tengono a bada secchezza e screpolature ovviando all’inconveniente dell’untuosità. Così ho fatto anche in trasferta: sin sul volo (a proposito: ma Ryanair è diventato peggio di Media Shopping!!) ho “incremato” costantemente concedendomi tutto il tempo di effettuare un buon massaggio, specie a cuticole e nella problematica area tra dito e dito. Lo stesso dicasi allo stadio o per strada durante le luuuunghe passeggiate romane: il caldo decisamente sopra le medie stagionali ha fatto sì che i guanti proprio non potessi portarli oltre le 10 del mattino. EWP_20170318_12_15_14_Pro dunque igienizzante prima, idratante dopo. Il suo pack, dai colori abilmente studiati per richiamare alla mente il concetto di naturale, l’ho già detto, è pratico, robusto e funzionale, in particolar modo il tappo con apertura a scatto è sempre consigliabile per l’uso on the road : igienico e non a rischio caduta/smarrimento! Profumo dolce e texture ricca, già detto anche questo, ma quel che conta come sempre è la composizione: il sig. Yves Rocher (o la signora?) ci dice che il 98% degli ingredienti sono di origine naturale, il 13,5% proviene da agricoltura biologica e non contiene parabeni, coloranti e oli minerali. Molto bene, ma un doveroso sguardo all’inci è sempre e comunque consigliabile! Burro di Karitè, Glicerina, estratto d’Acero, olio di Ricino, Miele, idrolato d’Orzo, olio di semi di Girasole, estratto di Avena, amido di Mais, estratto di Castagno: sicuramente una formulazione interessante e con un pizzico di originalità ma che all’atto pratico non è performante come potrebbe sembrare, peccato!
 
 WP_20170318_12_15_39_ProYVES ROCHER_CULTURE BIO_Balsamo labbra nutriente Miele & Muesli Bio
 
La questione, per questo balsamo labbra, è un po’ più complessa. Già perché, essendo una sorta di gel denso, ha in tutto e per tutto la funzione di un gloss neutro. Per chi, invece, come me indossa il rossetto quasi H24, non ha grosse chance di sfruttarlo, se non in alcune occasioni, come prima di andare a dormire, per esempio: naturalmente è una vera e propria coccola, per il suo profumo dolce e rilassante e per la sua texture cremosa e confortevole! Al mattino c’è ancora …e sotto? Labbra da favola! Questa sua straordinaria resistenza lo rende assolutamente ideale per essere usato proprio come gloss! Una volta applicato rimane perfettamente confinato entro il bordo, proteggendo le labbra dagli agenti atmosferici e conferendo una brillantezza davvero molto bella, oltre ad un naturale effetto ottico di labbra piene. 99,9% degli ingredienti di origine naturale e 16,5% provenienti da agricoltura biologica. Pensate, l’ho applicato intorno alle 5 del mattino ed ha resistito egregiamente ad un vento notevole, un buon caffè in Piazza di Spagna, un pacchetto di cracker integrali di ritorno dalla Fontana di Trevi e, preso posto all’Olimpico intorno alle 13, ho dovuto toglierlo con un fazzolettino (capitemi, ci sono delle partite che una donna deve vedere con il rossetto)! [Tenete sempre presente che, indossando abitualmente il rossetto, sono piuttosto allenata ad esercitare un gran controllo della bocca ottimizzandone la durata]. Se proprio dovessi trovargli un difetto è il suo pack: applicandolo e stendendolo dal tubetto si rischia d’impiastricciarlo; del resto utilizzare le dita garantisce un risultato di maggior precisione ma farlo quando si è in giro non è il top in fatto d’igiene! Ad ogni modo un prodotto realmente valido!
WP_20170318_12_00_17_Pro
C’è ancora spazio per qualche considerazione finale:…e la partita? Ebbene, è andata piuttosto male. Quanto a me, ero seduta vicino ad una signora scozzese pesantemente ubriaca ancor prima dell’inizio ed ho assistito ad una proposta di matrimonio live, con tanto di ragazzo inginocchiato e anello, una di quelle cose che se succedessero a te vorresti sotterrarti, ma viste da fuori intenerisco sempre (persino me)!
L.
Annunci

precauzioni cosmetiche da stadio

 
27 febbraio. Stadio Olimpico. RBS 6 Nazioni. Italia vs Scozia.
 
Indosso la maglia della nazionale e lascio a casa il mio adorato coordinato tartan sciarpa-guanti made in Edinburgh, tanto per non creare strani equivoci: è già fin troppo evidente quanto io simpatizzi per questi highlanders
E’ vero, sono all’Olimpico e non certo al Murrayfield Stadium, dunque non ci saranno condizioni climatiche talmente avverse da preoccuparmi, ma è sempre bene prendere qualche piccola precauzione cosmetica che-tanto-male-non-fa!
La giornata inizia presto e sono a Roma già prima delle 8: è importante idratare per bene la pelle e non mi faccio mancare una piccola protezione solare (vedi la combo del precedente post!), considerato il fatto che si starà in giro tutto il giorno e, soprattutto, non ho la minima idea se i posti prenotati siano stati così economici perché esposti agli elementi o solo perché non si vede un tubo di quel che succede in campo, ma tant’è (in verità né uno né l’altro! Ottimo!).
Se voleste portarvi a casa un aitante rugbista, sarebbe il caso di sistemarvi un po’, magari indossare un bel rossetto (di quelli a-me-gli-occhi-please)! Ma visto che io voglio tenere lo sguardo sul campo e non nello specchietto ed intendo esultare/sorridere/imprecare liberamente senza temere tracce sui denti, ho optato per un look più pratico, per così dire, perché le donne sono pratiche come sosteneva giustamente Sally in “Harry ti presento Sally”  (<<…Esatto! Come ogni altra donna sana di mente! Perché le donne sono pratiche, inclusa Ingrid Bergman che infatti sale su quell’aeroplano alla fine del film…>>). Ciò non significa che le labbra vadano trascurate, tutt’altro!
Ho scelto di portare in trasferta una new entry che già ha conquistato il mio cuore!
 
WP_20160301_20_11_48_ProREMEDIA CREMA PER LABBRA  ml 8 € 7,00
inci: Simmondsia chinensis oil, Cera alba, Olea europaea fruit oil, Butyrospermum parkii butter, Chamomilla recutita extract, Citrus aurantium dulcis oil, Anthemis nobilis oil,  Ornithogalum umbellatum extract, Achillea millefolium extract, Salix alba flower extract, Limonene*, Citral*.
*Componenti naturali degli OE.
 
Il nome “crema per labbra” non tragga in inganno! Si tratta di un “classico” stick labbra… sempre che classico possa definirsi!! Ha una consistenza tutta particolare: non è un burrocacao oleoso di quelli che lasciano una patina lucida in superficie e fanno ben poco (e che, detto fra noi, non mi piacciono affatto), ma neanche il tipo “ceroso”, più consistente sulle labbra, che fa strato. E’ quasi una via di mezzo: ceroso ma impalpabile, confortevole ma non unto. Applicato in quantità “normali” non è neanche lucido, il che permette di applicarlo tra gli spalti di uno stadio senza preoccuparsi di aver creato un monolabbro catarifrangente. Il suo delicatissimo profumo di arancio dolce lo rende così piacevole!
Olio di jojoba, cera d’api, olio d’oliva, burro di karitè, estratto e o.e. di camomilla romana, o.e.di arancio dolce, rimedi floreali star of bethlehem, yarrow e willow: questi gli ingredienti, tutti di altissima qualità! 
Occhio al mini-tappino però: se vi sfugge di mano è la fine!!
Un’altra parte del nostro corpo di cui possiamo/dobbiamo facilmente prenderci cura (anche allo stadio) sono le mani. Ho portato con me quella che in verità è la mia crema-da-comodino!
 
WP_20160301_20_11_12_ProREMEDIA CREMA MANI AL TIGLIO  ml 50  €12,00 
inci: Aqua, Helianthus annuus seed oil*, Simmondsia chinensis seed oil*, Olea europaea fruit oil*, Alcohol*, Prunus amygdalus dulcis oil*, Cera alba*, Cetearyl alcohol, Citrus  limonum peel oil*, Glycerin*, Aloe barbadensis leaf juice*, Tilia cordata flower extract*, Anthillis vulneraria flower extract*, Mentha piperita water*, Lavandula angustifolia flower water*, Ocimum basilicum leaf water*,  Lavandula hybrida oil*, Commiphora myrrha gum oil, Cetearyl glucoside, Xanthan gum,  Juglans regia leaf extract*, Rosmarinus officinalis flower extract*, Limonene**, Citral**, Geraniol**, Linalool**.
*Da agricoltura biologica.
**Componenti naturali degli OE.
 
Porto i guanti fin quasi a maggio (non abito in un fiordo Norvegese, lo giuro!) e ovviamente non possono mancare anche in questa occasione, per cui lo step crema mani sarebbe potuto essere facoltativo….e invece no!
Nella sua funzione primaria di crema-da-comodino probabilmente si presta ancor meglio che in trasferta perché lascia una leggera patina unta e anche perché il suo meraviglioso odore è estremamente rilassante e predispone serenamente al sonno (almeno me)! Ha una consistenza soffice e compatta, molto piacevole da massaggiare! Ripeto: secondo me applicata prima di andare a dormire è il top, ma soprassedendo al fattore “leggera patina” di cui sopra, naturalmente è ottima in qualunque circostanza! Nutriente, rigenerante, riparatrice… e, ritornando un attimo al suo meraviglioso odore, non aspettatevi niente di “sintetico”: come da tradizione Remedia non c’è profumo aggiunto ma dato esclusivamente da o.e.
Olio di semi di girasole, di jojoba, di oliva, di mandorle dolci, idrolati di lavanda, basilico e menta, estratti di tiglio e di vulneraria, cera d’api, succo d’aloe, o.e. di limone, lavandino e mirra, rimedi floreali di tiglio, walnut e rosemary, tanto per citare gli straordinari ingredienti di questa crema tanto speciale!
Anche qui tappo a vite fortemente a rischio!!
Se ve lo steste chiedendo… abbiamo perso, damn! Ma quante emozioni!! Ad ogni modo con due prodotti così almeno noi di sicuro faremo META!
 
L.
WP_20160225_20_33_19_Pro
WP_20160227_11_51_48_ProWP_20160227_14_57_34_Pro