Perché il corpo non finisce alle caviglie

Questo è il mio mantra, ora.

Ma non è stato sempre così, anzi. Il fatto è che la natura da e la natura toglie, questa è l’amara verità. Se abbiamo qualcosa di buono in dotazione, beh…dovremmo imparare a preservarlo e non darlo per scontato perché, un giorno, le cose potrebbero cambiare. Sad but True, Metallica docet (altro mio mantra).

Il rapporto con i miei piedi, ad esempio, si divide in un prima e un dopo.

prima

Nonostante i miei fasti da incrematrice compulsiva sin dalla più tenera età, i piedi non me li sono mai filati. Rapida pedicure fatta in casa, e la crema? Quando me ne ricordavo: più semplicemente avevo la bontà di massaggiare in velocità ciò che mi restava sulle mani dopo essermi occupata amorevolmente delle gambe. E loro? Zitti e bellini, come sempre. Mai secchi e unghie rosee. Oppure: una crema non mi piaceva per il corpo perché troppo leggera o al contrario troppo unta o, perché no? Puzzava? Via, smaltiamola sui piedi! E loro niente, cordiali come sempre.

I piedi erano fondamentalmente la parte del corpo o quasi del tutto ignorata oppure adibita ad accogliere qualsiasi prodotto non mi piacesse altrove (peccato non potessi smaltire il make-up così!).

dopo

E poi? Poi si cresce (leggi: s’invecchia), si cambia. Cambiano le abitudini e cambia l’organismo…e non sempre i due continuano ad andare d’accordo. La circolazione peggiora, la postura pure e così mi sono trovata a trascorre il più lungo autunno-inverno (2016-2017) della mia vita: piedi costantemente ghiacciati, geloni a più non posso, calze su calze, unghie in sofferenza. E l’ho pagata cara: le successive stagioni le ho trascorse con le scarpe chiuse, nonostante il caldo, perché i miei piedi proprio non si potevano mostrare.

E fu così che scoprii di avere i piedi e che essi, come tutto il resto, andavano curati. Questa è una carrellata dei prodotti che mi hanno amorevolmente accompagnata negli ultimi, difficili, 12 mesi…

ALKEMILLA_CREMA PIEDI E GAMBE

WP_20180429_15_06_20_ProUna crema ideale per la bella stagione, non foss’altro per il suo profumo mentolato e l’effetto rinfrescante (che, tuttavia, dalle mie parti in piena estate nulla può contro il caldo). Quando esci di casa alle 8,30 del mattino e rincasi alle 20 quando va bene, e la giornata ha sfiorato picchi di 40° all’ombra, ebbene, può capitare di avere gambe e piedi provati, un po’ gonfi e decisamente stanchi. Io facevo così: doccia/bagno serale/notturno rinfrescante, appena prima di andare a letto; sulla scia del benessere immediatamente successivo, andavo ad applicare piccole quantità di questa crema (perché odio incollarmi alle lenzuola, specie d’estate) dalla punta dei piedi fino al ginocchio. Il sollievo era innegabile, seppur non particolarmente duraturo. Mi è piaciuta anche la sua consistenza cremosa e le proprietà nutrienti (se fosse stata un pelino meno unta, sarebbe stata perfetta; ma le mie impressioni sono ovviamente condizionate da un’estate torrida).

Inci ricco, mi ci ficco: burro di Karitè, Mentolo, olio di semi di Girasole e di Sesamo, estratti di Eucalipto, radice di Liquirizia, Melissa, Menta Piperita e Limone.

WP_20180429_16_57_30_Pro

Dermatologicamente testata, cerificata Leaping Bunny (cruelty free), AIAB, QCertificazioni e Qualità Vegana, Nickel-Cromo-Cobalto tested. Tanta roba.

LALEI_DOLCE AURORA_MAMI RELAX

WP_20180429_15_08_28_ProQuesta è una vera chicca, una super coccola che mi sono concessa ogni sera per un mesetto dal Sana in poi. Già, perché questa preziosa mini taglia è stata omaggiata a me e alle mie compagne d’avventura quando siamo approdate al frizzante stand di Lalei, dove ci siamo trattenute non so quanto, rapite da questi prodotti eccezionali e dalla verve di Mary, la loro mamma. “Dolce Aurora” è una linea pensata per la gravidanza, alla quale non mi sarei accostata spontaneamente (per ovvie ragioni), lo ammetto. Ed avrei perso l’occasione di scoprire probabilmente in miglior olio defaticante mai provato prima! Ho goduto di ogni singola goccia di questi 10 ml e ancora oggi, semplicemente annusando la boccetta, vengo pervasa da una profonda sensazione di benessere! Un bel massaggio e vi garantisco che ai miei piedi spuntavano le ali! Texture setosa e profumazione paradisiaca: nulla a che vedere con le classiche fragranze mentolate! Questa è fresca sì, ma gentile e raffinata (crea dipendenza, vi avviso).

A base di olio di Macadamia, segue olio di semi di Girasole (in quanto componente oleolita, chiaramente segnalato in etichetta e punto su cui siamo ritornate spesso durante la conoscenza del prodotto), Vitamina E, estratti di Iperico, Rusco e Centella.

WP_20180429_16_58_08_Pro

Senza allergeni, made in Italy e Nickel tested. Mi ero ripromessa che non me lo sarei fatto mancare la prossima estate, e spero di riuscire ad accaparrarmelo presto in quanto è un prodotto che, per le sue caratteristiche, risulta unico nel suo genere, credetemi!

MATERNATURA_CREMA PIEDI/TALLONI IDRATANTE E PROTETTIVA AL TIMO ROSSO

WP_20180429_15_06_01_ProCon l’approssimarsi dell’autunno, ho cercato qualcosa che potesse essere più nutriente, dunque ho focalizzato l’attenzione sull’aspetto emolliente ed idratante: non uso calze in nylon, bensì calzini in cotone più o meno caldi a seconda della stagione, per cui anche una crema ricca, con il freddo, è perfettamente gestibile di giorno come di sera. A dover essere sincera, è stata la cura pomeridiana che mi ha accompagnata per buona parte della stagione fredda. Dalla texture non eccessivamente compatta, si fonde che è un piacere: consente di dedicarsi ad un buon massaggio e lascia sulla pelle uno strato protettivo da secchezza e disidratazione. Proprio per la sua consistenza corposa, non è un prodotto che personalmente consiglierei d’estate (anche se, va detto, si assorbe piuttosto in fretta). Dunque un’ottima crema…se non fosse per il suo odore: nulla di troppo sgradevole o che me ne abbia mai impedito l’uso quotidiano, ma non mi è piaciuto (un prodotto deve appagarmi sotto qualsiasi punto di vista e soddisfare tutti i sensi). Mentolato e balsamico con una nota pungente che non riesco ad identificare, ma che un po’ mi disturba. Certo, se avesse avuto un qualche miracoloso potere sui miei piedi, poco mi sarebbe interessato del suo odore; ma stando così le cose, è di sicuro una buona crema che non credo di ricomprare.

Il suo inci? Nulla da dire, di tutto rispetto: estratto di Timo, tanto per cominciare, olio di semi di Girasole, Oliva, Ricino, Sesamo, cera Carnauba, estratti di Eucalipto, Lavanda, Menta Piperita, Rosmarino, Mentolo e Vitamina E.

WP_20180429_15_33_33_Pro

Questa crema, che sfoggia lo stesso identico pack della precedente (il migliore, da tagliare e ripulire fino all’ultima goccia), è certificata ICEA Eco Bio Cosmesi e VeganOK e, come tutti i prodotti MaterNatura, non contiene parabeni, paraffina, oli minerali, SLS, SLES e DEA; inoltre è Nickel tested e 100% made in Italy.

BIOMARINA_CREMA PIEDI AL CORIANDOLO

WP_20180429_15_07_49_ProCammina, cammina siamo arrivati all’inverno pieno, ed i miei piedi grazie alle cure viste sino ad ora ma anche ad alcuni stratagemmi (quali indossare 1 solo paio di calze per non opprimerli abbinato a scarpe “imbottite”) se la stavano cavando piuttosto bene, idratati e senza l’ombra di un gelone. Quella che stiamo per vedere è stata la mia crema da giorno, in virtù della buona capacità d’idratazione abbinata ad una texture ricca ma non troppo, perfettamente gestibile anche prima di uscire.

Per presentarvela dobbiamo fare, di nuovo, un salto al Sana: ho avuto modo di conoscere la genitrice del brand, Marina Ferrari, la quale ha avuto il piacere di donarmi questa crema, senza sapere che avessi un blog e che l’avrei recensita. Un gesto squisitamente disinteressato che mi ha colpita, lo ammetto. Da parte mia, pur di farla entrare nei liquidi del bagaglio a mano, ho comprato i sacchetti del congelatore, ma questa è un’altra storia.

La sua texture è fluida e, sulle prime, ho ritenuto potesse essere troppo “leggera” per poter offrire ai miei piedi quella protezione dal freddo che cercavo. In realtà, sebbene non sia effettivamente grassa ma, al contrario, fresca e di rapido assorbimento, mi ha garantito sempre pelle morbida e un grado ottimale d’idratazione! La sua profumazione è piuttosto singolare: le note di testa risultano un po’ speziate e pungenti per poi evolvere in una fragranza calda e avvolgente: la userei su tutto il corpo con molto piacere!

WP_20180429_15_34_59_Pro

Parliamo d’inci: olio di Mandorle Dolci, succo d’Aloe, burro di Karitè e di Cacao, olio d’Oliva, o.e. di Coriandolo, Vitamina E. Non contiene parabeni, alcol, SLS e SLES, petrolati e oli minerali, Peg, siliconi, ingredienti di derivazione animale, lanolina, coloranti e GMO. Inoltre è Nickel Tested, Cruelty free, dermatologicamente testata e certificata AIAB!

Il suo packaging è indiscutibilmente molto bello e si presta bene con la consistenza fluida del prodotto anche se, arrivati agli sgoccioli (opportunamente segnalati dall’etichetta a tacche) prelevarlo diventa un po’ arduo come sempre. Vorrei riuscire a tagliare la plastica rigida pur conservando tutte le dita, dovrò elaborare una strategia d’attacco, ma in qualche modo farò!

NACOMI_BURRO CORPO NATURALE

WP_20180429_15_08_07_ProCon questo prodotto ho, infine, dato sfogo a tutta la mia irrefrenabile voglia stagionale di unto.  La soddisfazione di massaggiare un burro? Bisogna avere di sicuro una certa attitudine al pastrocchio, come dico sempre, ed io ce l’ho. Non lo faccio sempre per ragioni di praticità e con il caldo sarebbe improponibile, ma da dicembre a questa parte ho affidato la cura serale dei miei piedi a questo burro di Nacomi, ricevuto in omaggio con un mio ordine di qualche tempo fa. Non è un prodotto specifico per i piedi, ma si è rivelato completamente adeguato al ruolo. Alla sera, avevo cura di posarlo per qualche minuto sul termosifone per farlo ammorbidire e riuscire a prelevarlo più agevolmente (se voleste usarlo su tutto il corpo, molto più pratico farlo sciogliere del tutto dando origine ad olio denso da urlo: un vero defibrillatore di sensi). A bagno o doccia ultimati un bel massaggio e calzini caldi a completare il tutto: vi posso garantire che, al risveglio, i miei piedi erano morbidi come quelli di un bambino (le mie calze, invece, potevano star dritte da sole)! Un trattamento iper-nutriente che teneva a bada ispessimenti della pelle, secchezza e screpolature, pur dimenticando spesso e volentieri la pietra pomice! Il suo profumo, poi! Qualcosa d’indescrivibilmente goloso! Ciliegia elevata all’ennesima potenza! Del resto Nacomi è particolarmente nota per le sue fragranze eccezionali (in vacanza mi sono imbattuta nello Sweet Honey Wafers Body Scrub . Da mangiare…e non aggiungo altro).

WP_20180429_15_33_57_Pro

La sua etichetta, tuttavia, nasconde un piccolo giallo. Recita “burro corpo naturale con burro di karitè, olio di argan, fragola selvatica, intensa azione idratante”, ma se leggiamo l’inci …dove sarebbe questa fantomatica fragola selvatica? Contiene in effetti burro di Karitè, Olio di Argan, Vitamina E e profumo. Che si riferisca alla profumazione? Eppure la grafica riporta uno stelo di ciliegio in fiore oltre che due piccole ciliegie stilizzate. MAH!

E’ VeganOK, senza conservanti, coloranti e parabeni!

WP_20180429_15_05_17_Pro

A distanza di un anno, i miei piedi sono irriconoscibili: sebbene non perfettamente guariti, non hanno patito particolarmente i rigori dell’inverno e ne sono usciti neanche troppo provati…e senza l’ombra di un gelone! Ma soprattutto e come sempre…mi sono divertita un sacco!

L.

*per ammirare gli splendidi piedi in copertina, fate un giro al Neues Museum di Berlino!

 

 

 

 

Annunci

Un capolavoro di routine!

Mi sono accostata alla routine Hauschka consapevolmente, mesi e mesi prima di iniziarla davvero. Come tutte le cose che m’interessano, ho voluto dapprima conoscerla, poi approfondirla e studiarla con largo anticipo, innanzitutto per portare a termine ciò che avevo in uso ma anche per capire se potesse o meno fare al caso mio.

I prodotti Dr. Hauschka mi sono ben noti da anni, sin dal primo momento in cui mi sono affacciata all’universo del naturale e del biologico, ma non mi hanno mai attratta. Mai. Poi, con il tempo si cambia, si hanno esigenze diverse e perché no? Qualcosa che mai prima d’ora ci ha intrigate, all’improvviso attira la nostra attenzione e di colpo un brand da sempre conosciuto ma puntualmente skippato (per nessuna ragione in particolare poi, semplicemente per una mancanza di appeal) nella nostra fantasia prende forma e si propone come un qualcosa da provare.

In base ai miei personalissimi sondaggi, ho potuto appurare che la maggior parte delle persone che hanno provato la routine Hauschka, l’hanno fatto in un periodo problematico della loro pelle. Per me non è stato così, al contrario: con i debiti scongiuri, la mia pelle già da un paio di anni ha trovato spontaneamente (con il supporto della oramai beatificata Crema di Azazello) un equilibrio. Anche in un periodo ormonalmente pazzo non me ne lagno: le imperfezioni possono insorgere, ma davvero il danno è poco. Più che altro, per quanto io sia un’appassionata di skin care, mi sono resa conto di ricercare l’essenziale, specie nella cura del viso. Meno prodotti uso, meglio la mia pelle risponde, è stato un segnale chiaro ed inequivocabile. La sera, in particolare, il non applicare nulla all’infuori di un tonico, mi ha portato solo benefici. Ed allora, essendoci fondamentalmente arrivata da sola, ho pensato: ma forse il Dr Hauschka ha ragione.

La Routine Hauschka, infatti, è essenziale: pochi prodotti mirati, zero fronzoli ed un concetto sovrano: nulla che si proponga di cambiare la pelle, bensì di mettere in condizione la pelle stessa di cambiare, da sola.

Se io, tuttavia, avessi studiato da sola mia routine ideale, come ritenevo di essere in grado di fare, avrei indiscutibilmente sbagliato. Quello che andava bene per me si è rivelato l’esatto opposto, inaspettatamente.

WP_20180415_14_07_01_ProAl Sana, infatti, la mia unica tappa imprescindibile era appunto lo stand Hauschka (per il resto volevo svolazzare in giro, saltare di palo in frasca, vedere tutto e niente) dove quella che io e la mia compagna d’avventura Francesca Semplicemente Bio abbiamo definito dottoressa Hauschka, dando una rapida occhiata alla mia pelle, mi ha “prescritto” una routine che MAI avrei scelto in base all’opinione che ho da sempre delle mie necessità (perplessità #2: ma come si può capire, mi sono chiesta, quello di cui ho bisogno guardando in velocità un viso truccato, sia pure leggermente?). Ed invece si può, a quanto pare. Ho il pregio di seguire sempre la mia testa ma altresì riconoscere le competenze altrui e dunque, sia pure tra mille dubbi, ho voluto affidarmi a quanto consigliatomi.

Al mattino

Fantasia Painting(2)Dr. Hauschka Crema Detergente 

Questo prodotto è un must nonché la base della stragrande maggioranza dei trattamenti Hauschka per ogni condizione di pelle. E’ inoltre quel tipico prodotto acquistato da solo anche da chi non fa alcuna routine Hauschka. Si tratta di una crema compatta e granulosa da prelevare in piccole quantità (circa 1 o 2 cm) e miscelare con qualche goccia di acqua tiepida nel palmo della mano: il composto, raggiunta una consistenza cremosa, va tamponato su viso inumidito e lavorato con movimenti a ventosa, dall’interno verso l’esterno. Sotto le dita, i suoi microgranuli (comunque morbidi e non abrasivi) v’indurranno spontaneamente a sfregare, ma voi non cedete!! Non è un peeling! Prendetevi il vostro tempo e lavoratela come sopra descritto (ad ogni modo sul sito Dr. Hauschka c’è un video dove poter vedere esattamente come fare). Dimenticate la pelle che tira alla fine della detersione: questa crema è ricca ma non unta e purifica la pelle in tutta dolcezza. A base di farina di Mandorle, contiene estratti di Calendula, Antillide, Camomilla, Iperico, Amamelide, Acerola, oli di Arachidi, di semi di Girasole, di germe di Grano e di Mandorla. Contiene Alcool, ma non ho da segnalare alcuna reazione: sono al mio terzo tubetto (1 da 50 ml e 2 da 100 ml in limited edition)e devo dire che ci sono lotti in cui non l’ho avvertito neanche all’olfatto. Parlando di odore, non fantasticate sulla Mandorla che, sebbene alla base della formulazione, non la caratterizza in quanto a profumazione: al mio naso non è niente di particolarmente buono né cattivo…niente che riesca a descrivere, è chiaro. Le prime volte l’associavo ai ceci e comunque a qualcosa di alimentare, ma forse era legato alla mia dipendenza da legumi di qualche mese fa, chissà. Le mie prime impressioni? Al risciacquo mi sorprese sentire la sua ricchezza ancora addosso, in maniera evidente ma non invadente e pensai potesse esser “troppo” per me: invece offre una base d’idratazione utile per il giorno ed indispensabile per la sera. La sua unica pecca, invece? Quella di finire troppo in fretta!

WP_20180415_14_13_33_Pro

Fantasia Painting(1)Dr. Hauschka Lozione Tonificante

Il secondo step consiste nel fornire alla pelle un impulso vivificante, al fine di stimolarla nelle sue funzioni naturali. La Lozione Tonificante Dr. Hauschka è consigliata ad una pelle normale, secca e sensibile (io, chiaramente, avrei acquistato la versione “Purificante”, sia perché ho sempre ritenuto la mia pelle “mista”, ma anche perché ha un inci più ricco ed interessante). Luminosità, vitalità, incarnato roseo sono quel che si propone di ottenere, per il principio di cui sopra: rafforzare la pelle, stimolarla a raggiungere il suo naturale splendore, attivarne vitalità, regalarle freschezza. Il suo inci è estremante semplice dicevo: solo acqua ed estratti di Antillide e Amamelide (con aggiunta di profumo). E l’Alcool: in questo caso si sente, forte e chiaro, fin troppo. Si sente all’olfatto e si avverte quando tento di aprire gli occhi subito dopo: a me brucia moltissimo e questa non può non essere una nota dolente. Ovviamente niente di grave, il tutto passa a prodotto asciugato senza lasciare rossori o altro tipo di reazioni, tuttavia è un aspetto che mi lascia perplessa e spesso m’interrogo se questa Lozione possa essere sostituita. Una routine è come un puzzle, con le sue tante o poche tessere che s’incastrano, e questo nel bene e nel male, perché un tassello non è sempre sostituibile senza alterare tutto il resto. Altro aspetto che mi lascia perplessa è il suo erogatore, che non vaporizza il prodotto in maniera ampia, ma resta piuttosto concentrato, di modo che alla fine probabilmente si facciano più spruzzi del dovuto ed il prodotto, infatti, finisce con una rapidità che normalmente non mi appartiene con i tonici (sono alla fine della seconda bottiglia da 100 ml). Dunque luci ed ombre, perplessità ma altrettanta consapevolezza del suo ruolo all’interno della routine!

WP_20180415_14_12_32_Pro

Fantasia Painting(3)Dr. Hauschka Crama alla Rosa per il giorno

Su viso ancora inumidito dalla Lozione Tonificante, il terzo ed ultimo step della mia routine è rappresentato dalla Crema alla Rosa per il giorno, normalmente indicata per la pelle secca, sensibile e matura. Questo, probabilmente, è stato il consiglio che meno mi sarei aspettata e che più mi lasciava titubante: com’è possibile che possa fare al caso mio?! E dire che la dottoressa Hauschka ha sottolineato più volte che no, non intendeva la versione light! La mia pelle la rigetterà come ha fatto con tutto quello di appena più ricco che le abbia propinato? Mi riempirò d’imperfezioni? Ho sbagliato tutto fino ad ora?! Lo ricordo perfettamente: quando ho prelevato per la prima volta il prodotto (acquistato in travel size, per precauzione) già al contatto con il dito ho sentito la sua consistenza simil pomata ed ho pensato al peggio, lo ammetto. Scaldata appena tra i polpastrelli come mi è stato raccomandato, ho proceduto a tamponarla su viso inumidito per poi continuare con un massaggio, pensando che mai sarei riuscita a farla assorbire. Ed invece lavorandola, mi ha sbalordita la facilità con cui la mia pelle l’abbia accettata e come l’effetto unto fosse svanito. Con il trascorrere del tempo ho potuto vedere con i miei occhi quanto effettivamente sia adatta a me (non l’avrei mai creduto possibile!!) e quanto ogni giorno faccia la differenza. Un vero pilastro della cosmesi Hauschka, la Crema alla Rosa è a base di olio di Arachidi (storco un po’ il naso), Cera Alba, estratti di Altea, Iperico e Rosa Canina, idrolato di Rosa Damascena, burro di Karitè, olio di Avocado, ed ancora Rosa Damascena in forma di estratto e cera. Mantiene la pelle morbida, idratata ed elastica per tutto il giorno, anche sotto il fondo minerale. Non lucida più di quanto non faccia una qualunque crema che abbia usato di recente e ne basta davvero poca! In vista di questo post ho dovuto sospenderla per qualche giorno per poter scattare le foto prima che fosse definitivamente finita e la mia pelle ha espresso sonoramente il suo disappunto! La stagione invernale è trascorsa senza lasciar traccia sul mio viso: ora intendo alternarla con quella alla Cotogna, così come prescrittomi dalla dottoressa Huschka: la mia pelle ne sarà altrettanto contenta?

WP_20180415_14_14_14_Pro

Alla sera

Fantasia Painting (2)Dr. Hauschka Latte Detergente

Prodotto che ho amato sin dal primo utilizzo, il Latte Detergente Dr. Hauschka è già un trattamento! La sua crema morbida ha un profumo delicato e rasserenante! Io rimuovo come d’abitudine l’eccesso del make-up con una salviettina, poi bagno il viso e massaggio questo bel latte, occhi inclusi senza il più vago bruciore. Pochi gesti che portano via make-up & stress, uno step necessario ma al tempo stesso una gran coccola! Contiene estratti di Antillide, olio di Jojoba, di Mandorle Dolci e di Albicocca. Molto interessante è il Lactobacillus da Avena/Segale/Grano, ricco in proteine, calcio, ferro, vitamine B1, B2, B3, B6, B12, E, e co-enzima A: “Contiene fermenti naturali che aiutano a proteggere il mantello acido della pelle e hanno proprietà umettanti e lenitive. L’estratto aiuta anche a scomporre le impurità portando umidità e vitalità alla pelle” e la Bentonite. Più o meno liquido a seconda del lotto di produzione, il secondo flacone iniziato da circa 1 mese è nettamente meno compatto del primo, ad ogni modo 2 o 3 pushate per volta saranno più che sufficienti e vi durerà un sacco! A massaggio terminato, rimuovo l’eccesso con un dischetto di cotone, anche per essere sicura di asportare fino all’ultimo residuo di trucco, dopo di che risciacquo il viso con acqua tiepida! Pelle morbida, pulita e fresca! Lo amo!!

WP_20180415_14_11_58_Pro

Dopo di che la routine continua con la Crema Detergente e la Lozione Tonificante! Basta, nient’altro! Uno dei principi cardini della filosofia Hauschka è lasciare la pelle libera di rigenerarsi di notte, momento in cui non necessita di essere protetta da smog e agenti atmosferici: l’uso di trattamenti grassi andrebbero a rallentare il naturale processo di rinnovamento cellulare e questo in contrapposizione alla maggior parte delle teorie cosmetiche. Quanto a me, ancor prima della routine Hauschka, ho potuto constatare quanto effettivamente la mia pelle fosse più rosea e distesa al mattino allorché di sera ho iniziato a non usare nulla dopo la detersione. Mi trovo dunque perfettamente in linea col dottore, anche se qualcosa per la notte è stata comunque messa a punto! Si tratta di soluzioni acquose in ampolline monodose che vorrei provare oppure un siero in gel che ho acquistato in mini size ma che non mi ha convinta del tutto.

E questo, per il momento, è quanto. Pochi prodotti, pochi step essenziali ma un risultato notevole che ad oggi mi convince completamente. Non dirò come mi è capitato di sentir affermare che Dr. Hauschka è la mia scelta definitiva (salvo poi cambiare comunque bandiera), perché la curiosità cosmetica, se così possiamo definirla, è tale e tanta da spingermi sempre ad interessarmi a qualcosa di diverso, dunque non giurerò eterna fedeltà al dottore, questo no. Ma quel che è certo è che continuerò ancora con la routine Hauschka per la prossima stagione: mi piace la sua semplicità e concretezza e, naturalmente, sto apprezzando i risultati. Preciso ancora una volta che, sebbene mi trovi completamente appagata dal mio sodalizio col dottore, tuttavia non sono disposta a pagare il prezzo pieno di questi prodotti: faccio scorta sul sito tedesco Sonnen Apotheke che ha un listino di molto inferiore rispetto a qualunque altro e-commerce/negozio fisico sia Italiano che estero. Non sempre è facile organizzarsi con le quantità e suppongo che questo fattore alla lunga potrebbe stancarmi ed essere potenzialmente la causa di un futuro divorzio, ma per il momento mi va di continuare.

E poi?

…vedremo…

L.

 

 

 

 

 

un body butter teoricamente lifting

Il fatto che io non parli da tempo di colei che non deve essere nominata (altrimenti nota come cellulite), non significa che abbia alzato bandiera bianca, né che dalla mia trincea le abbia concesso anche solo una tregua. Semplicemente da alcuni mesi a questa parte ho usato un unico prodotto che, sia lode, finalmente si avvia a conclusione. Dico “finalmente” perché 3 mesi buoni (ma suppongo sfioreremo i 4) con una sola crema sono un po’ troppi, anche per me. La mia indole mi porta sempre a buttarmi su confezioni molto grandi (questa, ad esempio, è da 350 ml!), a far scorta…e, nel caso specifico di un prodotto anti-cellulite, la cosa ha anche un senso. Questa tipologia di trattamento necessita un periodo di tempo medio-lungo per dare i suoi frutti, i quali vanno giudicati da una certa distanza. Se poi la Dea Bendata della cellulite ci facesse la cortesia di sbirciare un attimo e guidare la nostra mano (con mouse annesso) sul prodotto giusto, saremmo tutte più felici, ma tant’è. Quando, invece, la suddetta dea non solo è bendata ma ci volge anche le spalle e si fa la manicure, beh, è facile che prendiate una cantonata, mettendo nel carrello la tipica crema che sembra fare proprio al caso vostro ma che, aimè, anche no.

Se un po’ mi avete inquadrata, saprete già che davanti ad alcuni fattori proprio non posso resistere:

alcune parole, quali “firming” e “lifting”

una texture ricca

un inci interessante

una profumazione golosa

ed un pack accattivante.

Modificate in Lumia Selfie

Nessuna sorpresa dunque dalla mia decisione di acquistare questo Organic Shea & Hazelnut Lifting Body Butter di Organic Shop. Che abbia un concept nonché un aspetto delizioso non è un mistero!! Chi avrebbe mai cuore di resistere davanti a questo vasetto in stile conserva della nonna? …e aggiungo: molto, molto duro persino buttarlo una volta vuoto, fidatevi! Anche se dal vivo, essendo in plastica, sebbene robusto e indiscutibilmente ben fatto, risulta un tantino più cheap di quel che ti aspetteresti.

Per chi, inoltre, è votata ad una body care piuttosto “ricca”, specie con il favore del freddo, tenderà per sua natura a cercare un prodotto che garantisca assieme un elevato grado d’idratazione (perché pelle morbida prima di tutto) ma con un occhio sempre attento al fattore cellulite, perché se abbassi la guardia…è la fine. Ti ritrovi come una groviera nel giro di 6 mesi. E noi non vogliamo questo (meglio: non lo vorremmo, ma la natura e la sfiga hanno leggi talvolta incomprensibili a noi poveri babbani). Quindi se riesco a trovare un prodotto che coniughi le due cose sono ben contenta di dargli una chance.

L’etichetta ci dice che questo Lifting Body Butter è fatto con ingredienti biologici certificati ma, come molti prodotti di Organic Shop, non vanta alcuna certificazione. Il consueto e doveroso sguardo all’inci ci dice che è costituito per la maggior parte da burro di Cacao, a seguire olio di Cocco, o.e. di Arancio Dolce, burro di Karitè, oli di Nocciola e di Avocado, vitamina E, estratto di Centella Asiatica e Caffeina.

WP_20180318_15_23_50_Pro

Bene. Al tempo stesso è inevitabile notare qualche pallino rosso, per parlare un po’ alla vecchia maniera: il SODIUM POLYACRYLATE, probabilmente perché poco biodegradabile, e poi alcuni coloranti a fine inci di cui avremmo come sempre fatto a meno. Dal mio punto di vista, a voler essere noiosa come sempre ….ma chissene del colore??! O meglio: probabilmente per meglio rendere l’idea del prodotto gourmand, ha sicuramente un senso voler donare al tutto un tenue color nocciola, ma non ritengo sia un fattore determinante. Comunque a mio avviso è una formulazione del tutto accettabile. La sua azione profondamente idratante ed emolliente è data con evidenza da una massiccia presenza di Glicerina, burri (Cacao e Karitè) e oli (Cocco, Nocciola e Avocado). Il fattore lifting/rassodante è invece affidato alla sinergia tra o.e. di Arancio Dolce, estratto di Centella e Caffeina. Sicuramente l’insieme faceva ben sperare.

Modificate in Lumia Selfie

Esaminato ciò che più o meno c’è di oggettivo, veniamo alla questione prettamente soggettiva. Ad onor del vero ancora non ho ben capito se questo prodotto mi piaccia o meno: di sicuro c’è una parte di me che ne ama alcune caratteristiche, ma di fatto c’è qualcos’altro che mi disturba. Di sicuro, alla luce di tutto questo, non lo ricomprerei.

Come mi è già abbondantemente capitato di spiegare, da alcuni mesi ho completamente spostato la body care, quella consistente ed accurata, alla sera prima di andare a letto. E questo non perché io sia meno di corsa o abbia più tempo: il tempo a disposizione è sempre troppo poco e molto spesso mi ritrovo a chiudermi in bagno a tarda sera (ma diciamo anche notte). Semplicemente mi aiuta a rilassarmi e a fare le cose con calma. Ecco, questo burro corpo si sposa piuttosto bene con questa routine, e d’altronde non potrebbe essere diversamente: la vedo piuttosto dura vestirsi per uscire, dopo!

La sua consistenza è compatta, sì, ma spumosa e soffice, come fosse un burro montato (dimenticate i burri duri da prelevare con delle palettine o da far scaldare sul termosifone prima), dunque parliamo di qualcosa di estremamente confortevole al tatto! Il profumo, poi, che ve lo dico a fare!! Come da tradizione Organic Shop non si smentisce ed effettivamente è molto goloso!! Ma, la nocciola non ha nulla a che vedere (buon per me che non ne vado matta): sono passate ere geologiche ma a me porta alla mente il milk shake alla fragola di Mc Donald’s! A me piace molto, ma cosa abbia a che vedere con il concept del prodotto è un mistero.

Modificate in Lumia Selfie

La sua texture è comprensibilmente piuttosto ricca, anche se ho ben presto imparato a massaggiarlo su pelle umida: questo ne migliora l’assorbimento ma non in maniera incisiva! Quel che di nuovo sorprende è che, per quanto sia in un certo senso grasso, non si presta al massaggio, cosa del tutto indispensabile contro la cellulite! Si percepisce addosso e la pelle resta in parte unta, ma le mani non scorrono ed il massaggio è frenato dopo davvero troppo poco. Piuttosto contraddittorio, non trovate? Infatti potreste pensare che si sia effettivamente assorbito, ma non appena il pigiama vi s’incollerà addosso, capirete che no, non è così. Come si potrebbe mai infilare un collant? O un jeans? Il mattino dopo lo sentirete ancora forte e chiaro! Per carità, fatto di sera ha un ché di coccoloso ed il suo profumo goloso, la sua texture ricca, …il pigiama caldo….il letto…insomma, relax & piacere assoluto, …ma dovete avere una certa attitudine all’impiastricciamento, come me.

Altra nota dolente: ok, ma la cellulite? Quel “firming” e “lifting” con cui hai attratto la mia attenzione? Ebbene, non pervenuto nessuno di questi effetti, ma neanche lontanamente. Se io avessi in tutti questi mesi usato un semplice burro di Karitè qualunque, non ne avrei percepito differenze. Dirò di più: neanche l’aspetto della pelle, sebbene molto nutrita e morbida, ne ha beneficiato particolarmente. Diciamo che da un punto di vista ottico non c’è alcuna differenza, al tatto sì.

E questo è quanto: un prodotto sicuramente pieno di contraddizioni, adatto a tutte le golose e le appassionate di una body care ricca, improponibile di giorno o con temperature appena più miti! Ma se sperate di combattere efficacemente la cellulite, sentite me: cambiate trattamento…e pregate che la dea bendata finisca di limarsi le unghie!

L. 

 

 

La combo #8 Beltàbios Riso

All’ombra di questo maestoso albero di Magnolia (non in fiore), a metà strada tra Alice e Proust, vi racconto di una nuova, deliziosa combo, come non capitava oramai da qualche tempo! Alcuni mesi fa, parliamo addirittura dello scorso 1 Aprile, durante “la spesa grossa” mensile, mentre mi aggiravo tra i labirintici corridoi dell’Ipercoop, la mia attenzione è stata catturata da una new entry del reparto beauty:  alcune linee per la cura del corpo firmate Beltàbios Natural Cosmetics!

Francamente il nome non mi diceva nulla, ero certa di non averne mai sentito parlare (ho una memoria imbattibile per le cose di poco conto …e per i gossip), ma è bastato vedere chi la produce per sentirmi subito in compagnia di una vecchia conoscenza! SAN.ECO.VIT. potrebbe dirvi poco o niente, ma sappiate che è il  papà (o la mamma?) della più nota Bjobj con cui, oramai svariati anni addietro, ho mosso i primi passi nel favoloso mondo dell’eco-bio cosmesi (come dimenticare la linea all’Avena?!)!

Accertati i natali di questa linea, affascinata dal pack, incuriosita dal bell’inci e rassicurata dalla certificazione Icea Cosmesi Naturale, ho impiegato meno di 10 secondi per infilare tutto nel carrello e trotterellare via felicemente (quanto poco basta a farci contente, a volte?)..

BELTA’BIOS NATURAL COSMETICS_RISO BAGNO DOCCIA

WP_20170625_12_40_07_Pro

WP_20170625_12_55_55_Pro

Si presenta davvero bene e, a parer mio, non ha nulla da invidiare a ben più costosi prodotti da profumeria! La somiglianza con Bjobj inizia effettivamente a manifestarsi proprio dal pack: grafica essenziale, sobrio, curato nel dettaglio. Siamo tutti d’accordo che in un cosmetico l’estetica sia la parte trascurabile e, a volte, sacrificabile, ma non nego che un bel packaging eserciti su di me una certa attrazione (confesso che, a volte, li abbino al bagno! Questo, dai bei toni di bianco e grigio…beh…era proprio perfetto!!!). Il suo profumo è dolce, fiorito, femminile ed avvolgente! Usarlo è stato veramente un piacere, oltre che per l’olfatto e i sensi tutti, anche ovviamente per la pelle: deterge senza aggredire e persiste delicatamente (lo ricorderò per questi ultimi bagni freschi notturni prima di andare a letto e per il piacere di addormentarsi con la faccia nell’incavo del braccio profumato)! L’inci, semplicissimo, ci racconta che al suo interno troviamo estratto e olio di riso, vitamina E!

BELTA’BIOS NATURAL COSMETICS_RISO CREMA CORPO

WP_20170625_12_37_48_Pro

WP_20170625_12_54_20_Pro

La crema corpo è stata la giusta compagna del buon bagno doccia! Stessa profumazione inebriante, stessa piacevolezza d’utilizzo! Bianca e densa, nutriente senza essere troppo pesante o untuosa (l’ho finita in settimana, ciò significa che in parte l’ho usata anche con temperature impossibili!!). Nell’inci troviamo immediatamente dopo l’acqua, l’olio di Riso (ma quanto ci piace!!), glicerina, olio di semi di Girasole, burro di Cacao, estratto di Riso, vitamina E, olio di Jojoba. Ovviamente parliamo di un inci ben più ricco e con molti più ingredienti provenienti da agricoltura biologica, lo vedete! Merita una menzione speciale anche un ingrediente che non è poi così comune trovare all’interno di un “semplice” idratante corpo, il Gamma Orizanolo. Essendo una crema a tema Riso, contenendone infatti sia olio che estratto, è molto furbo e in qualche modo geniale, aver inserito nella formula un altro derivato del riso (io non ci avrei pensato! Del resto a ciascuno il suo mestiere)! Ricavato dalla frazione insaponificabile dell’olio di crusca di Riso, svolge una spiccata azione antiossidante, anti radicali liberi, e fornisce una naturale protezione dai raggi UVA! Proprio questa sua nota caratterista, unita al fatto che sia termostabile, fa si che sia facile incontrarlo nelle creme solari! Non vi venga in mente però di usare in spiaggia la Crema Corpo Riso: lasciamola per le passeggiate di shopping in città!

BELTA’BIOS NATURAL COSMETICS_CAMOMILLA CREMA CORPO

WP_20170625_12_44_21_Pro

WP_20170625_12_52_22_Pro

Baro ed inserisco una povera crema orfanella, che non darà mai vita ad una combo solo perché il sig. Ipercoop ha deciso di non fornire alla sua clientela il bagno doccia abbinato (il mistero delle scelte aziendali, che quel giorno gli è costato circa 5€ di fatturato in meno). La cugina Camomilla Crema Corpo, mi sta tornando utile come idratante multifunzione (leggi: la uso come, dove e quando capita), complice anche una fragranza ben più discreta e “naturale” (sebbene anch’essa aggiunta): un odore molto lieve di camomilla e di fiori di campo, con cui bisogna fare un po’ amicizia ma che finisce per diventare quasi familiare! Olio di semi di Girasole, olio di Lino, burro di Karitè, estratto di Camomilla, olio di Jojoba, Vitamina E. Anche qui è interessante notare la presenza dell’estratto di Camomilla da agricoltura biologica, com’è giusto che sia, ma anche del Bisabololo, derivante appunto dall’o.e. di Camomilla! Questi ingredienti particolarmente addolcenti e lenitivi, la rendono perfetta per le pelli sensibili, arrossate, irritate, dopo l’esposizione al sole o anche per i bambini!

I prodotti citati hanno un PAO di 6 mesi, sono tutti certificati Icea Cosmesi Naturale, testati dermatologicamente su pelli sensibili, Vegan, Nickel tested e made in Italy! Francamente trovo che, per essere prodotti a piccoli prezzi disponibili nella grande distribuzione (urrà), siano realmente ben fatti e con quella attenzione al dettaglio che non ti aspetti! La combo Riso, al costo di poco più di €10, si può candidare perfettamente ad essere un piccolo pensiero anche per la meno avvezza ai prodotti naturali  tra amiche e conoscenti, proprio perché unisce tutti i benefici reali della cosmesi eco-biologica ad una piacevolezza e facilità di utilizzo in tutto paragonabile ai prodotti tradizionali! Per una body care profumata ma efficace!!

Questa combo finisce qui, ma l’argomento BeltàBios non si è esaurito! Ad ogni modo per il momento dalla Magnolia è davvero tutto….

L.

WP_20170625_12_40_18_Pro

 

Il risparmio fatto crema

Aprile è stato un buon mese in fatto di shopping! C’è stato il mio compleanno per cui tra regali, regalini, auto-regali, coupon sconto e offerte Pasquali molto convenienti …ci ho dato dentro! Mi piace fare un po’ di “scorte” quando ne ho la possibilità, e comunque mai a prezzo pieno, per poter fronteggiare i mesi tristi e bui.
Mi piace poter scegliere: faccio così con vestiti, libri (devo avere almeno una decina di titoli disponibili nella mia libreria)…e cosmetici!
Uscendo da un trimestre pieno di spese ho dato fondo al mio “magazzino” e mi sono un po’ dovuta arrangiare! A marzo, infatti, ad un certo punto ho avuto necessità di una crema corpo, di quelle da 21 de mese per intenderci, extra low cost ma sempre con un inci accettabile! A complicare il tutto c’è la mia insaziabile voglia di cose nuove….quindi la ricerca si fa più ardua:
prodotto da grande distribuzione
low cost
con buon inci
mai provato prima
…bene.
L’Ipercoop mi ha offerto su un piatto d’argento l’occasione che faceva proprio al caso mio: appena integrata la linea de L’Erboristica di Athena’s, molti prodotti già di per sé economici, erano addirittura scontati! E fu così che mi accaparrai questa cremina niente male a meno di 3€ (grande Ipercoop!)
 
CREMA FLUIDA CORPO ALL’OLIO DI MANDORLE DOLCI
 
E’ una crema proposta per pelli secche e atoniche, con proprietà idratanti ed elasticizzanti. Dermatologicamente testata, non contiene coloranti, parabeni, siliconi, derivati petrolchimici; ha il 99% di ingredienti di origine naturale, è certificata Vegan Ok ed è Nickel, Cromo e Cobalto tested. Una buona presentazione, direi.
WP_20170514_17_21_29_Pro
Ad una più attenta osservazione dell’inci, vediamo che si tratta di una crema semplice, senza molto da segnalare: Betaina, Burro di Karitè, olio di Mandorle Dolci e di Jojoba, Glicerina, Vitamina E, Olio di Camelina.
Ho fatto qualche ricerca in merito all’olio di Camelina, che mi pare essere una peculiarità di questa crema: in effetti ha spiccate proprietà emollienti e lenitive ed è particolarmente indicato nel trattamento della pelle secca e disidratata! Inoltre è ricco in Omega 3 e Omega 6 e questo lo rende ideale per pelli atopiche, al pari di altri oli ben più noti, quali Enotera, Borragine e Ribes Nero (ad onor del vero questi ultimi ne sono ben più ricchi).
Magari in etichetta sarebbe stato carino da citare il povero olio di Camelina (anche perché in genere il consumatore medio è attratto da ingredienti poco conosciuti che fanno tanto “innovazione” e “ricerca”).
Ma veniamo alle mie impressioni! Anzitutto è un prodotto che si presenta bene, un buon formato da 200 ml, un bel pack robusto con dei colori caldi, avvolgenti, che già portano alla mente qualcosa d’idratante, nutriente. Il bel tubo inoltre mantiene una sua dignità anche da finito, lo vedete: rimane perfetto, liscio e lucido fino alla fine, al contrario di tutte quelle creme che non vedi l’ora di terminare solo perché la confezione è diventata indecente!! Ma queste sono mie turbe…
WP_20170513_14_12_55_Pro
Quando ho iniziato ad usarla mi sarei ingenuamente aspettata un profumo di mandorle dolci, vuoi l’immagine, vuoi il nome stesso della crema che ne ha così fatto il suo ingrediente “principe”…ed invece tutt’altra storia! Un profumo fresco di …saponetta. Non nego che la cosa mi abbia un po’ contrariata, anche perché nella scheda tecnica sul loro sito viene descritta come una crema “dalla consistenza fluida e dal delicato profumo di mandorle”…ma se queste sono mandorle allora io penso:<<cosa sono quelle 15 cose che mangio a merenda tutti i giorni??>>
La consistenza è fluida, vero, ma la crema ha un suo corpo ed è in effetti ben idratante, senza essere unta o pesante! La pelle l’ha gradita, e molto!! Anche solo visivamente era bella, uniforme, compatta…e al tatto morbida e liscia! Anche sulle mani ha avuto il suo perché, proprio per la notevole capacità di idratare e nutrire, senza lasciare residui d’untuosità!
Per me è una buona alternativa da consigliare!! Il prezzo che ha e la sua facile reperibilità ne fanno uno di quei prodotti “salva-tasche” e “salva-pelle” da tenere a mente, perché di creme idratanti non ne abbiamo mai a sufficienza!! Certo a mio avviso potrebbe essere migliorata, anche semplicemente l’aspetto del profumo andrebbe un attimo riconsiderato, ma è una questione del tutto soggettiva e non pregiudica la bontà e la resa finale della crema!
 
E anche per questo 21 del mese abbiamo sbarcato il lunario senza grosse rinunce e con una pelle sempre al top, che poi …è quel che conta, giusto?
 
L.
WP_20170513_14_11_00_Pro
     

La combo #7 Lavera latte di mandorla bio e miele bio

Il miele non è che mi faccia gola più di tanto, né da mangiare né da spalmare. Penso che sia uno di quei sapori/odori che si odiano o si amano: ed io non lo amo.

In cucina mi ritorna utile, molto di rado a dire il vero, qualora voglia dolcificare una tisana (altrimenti imbevibile); nella cosmesi le proprietà del miele sono molteplici e ben note (questo non è un post per Vegani, si è capito), ma spesso sono frenata dall’acquistare linee al miele temendo in un odore eccessivamente dolce e stucchevole.

Facciamo un passo indietro: qualche mese fa, in occasione di un ordine dal sempre amato e-commerce Ecco-Verde, ero intenzionata ad acquistare una combo Lavera (l’ho detto e lo ripeto: compro Lavera SOLO su Ecco-Verde che, essendo un e-shop austriaco, ha prezzi molto più onesti rispetto ai ricarichi applicati dai rivenditori italiani). <<e questa no….e questa l’ho già provata….e di questa non ho voglia….e questa magari in primavera…>> alla fine era rimasta solo la bio-latte di mandorla e bio-miele. Temeraria, l’ho infilata nel carrello, pensando “se odora di miele mi sparo”.

LAVERA_doccia gel latte di mandorla bio e miele bio

Ok, è il momento. Il pacco è nelle mie mani tremanti: scarto, apro, annuso e….meraviglia! Uno di quei profumi di cui non ti stancheresti mai! Né miele né latte di mandorla: una profumazione (aggiunta…ma derivante da o.e., almeno così ci dice Lavera) dolce, delicata, gourmand…quasi fosse un budino o una panna cotta! Per il resto non c’è molto altro da aggiungere: un buon doccia gel, con un inci breve e di rapida consultazione! I tensioattivi del caso e gli estratti di Mandorla e Miele, com’è giusto che sia. Dura tanto ed ogni doccia è un vero piacere!

LAVERA_body lotion latte di mandorla bio e miele bio

Un latte bianco, denso, ricco: si stende e si massaggia senza sforzo….e si continua a massaggiare anche più a lungo di quanto non ce ne sia effettivamente bisogno, proprio per il piacere che ne deriva! Non si assorbe in fretta e lascia una patina un po’ unta sulla pelle, cosa che a mio avviso non lo rende adatto alla stagione calda. Gli ingredienti non particolarmente pregiati non lo penalizzano: l’olio di Soia fa arricciare un po’ il naso, il solito olio di semi di Girasole, estratti di Mandorle e Miele, Burro di Karitè, Colza, Tocoferolo…niente d’interessante, ma che nell’insieme funziona dannatamente bene! Perché il momento dell’idratazione, sia fatta con una crema piuttosto che un olio o un burro, dev’essere piacere allo stato puro e inebriare i sensi. E questa body lotion lo fa! Il suo profumo goloso persiste, anche sui vestiti!

Modificate in Lumia Selfie

Prezzo contenuto e ottima resa: un piacere da spalmare fino all’ultima goccia! Lavera, in fatto di body care, non mi delude, ancora una volta!

L.

wp_20170305_16_46_50_pro

 

Per le mamme, le future mamme e ….me

Fare una linea ad hoc per le donne in attesa è una grande idea, commercialmente parlando. Durante la gravidanza la donna media cerca di stare più attenta a ciò che usa per la cura del suo corpo, con un occhio vigile nella scelta di prodotti “naturali”. Ovviamente tutto questo non sarebbe assolutamente necessario se la suddetta “donna media” sapesse dare uno sguardo all’inci o non fosse talmente pigra dal preferire orientarsi su ciò che le varie aziende cosmetiche spacciano per “naturali” (poi dentro ci può essere di tutto, ma sull’etichetta c’è scritto che è naturale e adatto da usare in gravidanza, per cui andrà benone!). La pigrizia e l’apatia nell’imparare saranno la nostra rovina….! Dico questo solo perché mi sono imbattuta in prodotti per mamme e bambini con inci pessimi, veramente vergognosi da mettere in commercio, eppure ancora venduti perché c’è scritto che è per bambini, e tanto basta.
Visto che la cara signora in attesa andrà al supermercato e comprerà l’olio J. piuttosto che la pasta F., perché non darle una scelta realmente naturale (scrivendoci sopra che è per mamme…e se non fosse sufficientemente chiaro, mettendoci un bel disegnino di donna-con-pancione accanto)?
Il fatto che sia una linea per la gravidanza non significhi che non possa andar bene per me perché ,chi vi scrive, ha letto gli ingredienti ed ha capito che queste cremine altro non sono che prodotti nutrienti ed elasticizzanti, dunque adatte per le mamme sì, ma anche per tutte coloro che hanno una pelle secca o che semplicemente amano le creme belle corpose.
 
WP_20151115_20_33_13_ProBIONOVA CREMA CORPO NUTRIENTE -IDRATAZIONE PROFONDA- 200ML € 6,49
INCI: Aqua, Helianthus annus seed oil*, Butyrospermum parkii butter*, Prunus amygdalus dulcis oil, Glycerin, Argania spinosa kernel oil*, Cetearyl alcohol, Ethyl hexyl palmitate, Prunus armeniaca kernel oil*, Glyceryl stearate citrate, Theobroma cacao seed butter*, Lotus maritimus flower/leaf extract, Tocopherol, Glyceryl caprylate, Beta-sitosterol, Xanthan gum, Squalene, Lactic acid, Benzyl alcohol, Potassium sorbate, Sodium benzoate, Parfum°, Limonene°, Linalool°, Geraniol°, Citral°.
Totale ingredienti naturali: 99% 
*biologici su totale certificabili: 79% 
*biologici su totale: 24% 
°da ingredienti naturali
 
Si presenta come una crema bianca e densa, molto confortevole. Non rimane particolarmente untuosa…certo non ne consiglierei l’uso in estate! Il profumo è un simil-albicocca, molto gradevole e per nulla stucchevole: il medesimo profumo dell’olio corpo della linea “basic” di Bionova…. che poi è lo stesso del Balsamo Corpo Albicocca e Mango di Delidea [QUI] (sono davvero simili!! Ricordo sempre che Bionova e Delidea sono prodotte entrambe dalla Gala, e come figlie della stessa mamma -per restare in tema- si somigliano in più di qualcosa). E’ “coccolosa”, avvolgente ….ma niente di sorprendente: è esattamente come ci si aspetta che sia, una buona crema molto idratante e gradevole all’uso. Forse si sarebbe meritata almeno una profumazione differente, che le conferisse una sua identità, invece di renderla il “clone” di un altro prodotto già in commercio.
 
E poi c’è la crema specifica per pancia & seno, ancor più nutriente, ma solo perché sono due aree che in gravidanza subiscono maggior dilatazione….
 
WP_20151115_20_33_54_ProBIONOVA CREMA PANCIA E SENO -NUTRIENTE RASSODANTE- 200ML € 8,49
INCI: Aqua, Butyrospermum parkii butter*, Aloe barbadensis leaf juice*, Glycerin, Cetearyl alcohol, Coco-caprylate, Coco-glucoside, Argania spinosa kernel oil*, Behenyl alcohol, Lotus maritimus flower/leaf extract, Xanthan gum, Tocopheryl acetate, Lactic acid, Dehydroacetic acid, Benzyl alcohol, Parfum°.
Totale ingredienti naturali: 98%
*biologici su totale certificabili: 97%
*biologici su totale: 47% 
°da ingredienti naturali
 
Non abbiate paura ad usarla ovunque necessitiate un surplus di nutrimento!  Ideale per le zone più secche del corpo (gomiti, ginocchia, talloni…) o dove notiate l’insorgere di un principio di smagliature (quelle ancora rosse, per intenderci). Usatela se siete a dieta e prevedete di dimagrire…. oppure se, al contrario, state ingrassando (siate oneste ed ammettetelo! Quel rotolo NON è un po’ di ritenzione idrica…), oppure semplicemente se volete una crema ricca per l’inverno. Se poi guardiamo la formula, non è che ci siano chissà che cambiamenti: il burro di karitè è più alto di una posizione, c’è l’aloe che manca del tutto nella prima crema, l’olio di Argan è pure più in basso…. e a parte questo non identifico nulla di così emolliente (se teniamo presente che nella prima ci sono in aggiunta olio di semi di girasole, olio di mandorle dolci, olio di albicocca, burro di cacao…… dunque molto più ricca! mah…) Eppure… che differenza! La consistenza è estremamente più densa, stenta quasi ad uscire dal tubo (al tatto si percepisce subito che è una crema a base di burro di karitè). Non è impossibile da spalmare, ma necessità di un buon ed energico massaggio, al termine del quale vi sentirete avvolte da tutta la sua piacevolezza! Il profumo è invitante, femminile, floreale eppur goloso, non so come spiegare! Nel complesso, penso, sia ancor più riuscita della prima! 
WP_20151115_16_23_04_Pro

la linea al completo, per mamme & bebè

Un prodotto che mi piace, ora come ora, è quel prodotto che mi stupisce, che offre qualcosa di nuovo e va oltre le mie aspettative: così è stato per la Crema Pancia e Seno, ma non voglio certo sminuire la rassicurante e collaudata bontà della Idratazione Profonda! Le consiglio caldamente entrambe, ammesso che vi piacciano le creme piuttosto ricche! Facile reperibilità, prezzo contenuto e ottimi ingredienti ne fanno due prodotti salvapelle da mettere all’occorrenza nel carrello senza doversi accontentare (…e senza dover essere necessariamente mamme)!
 
L.
ps: della stessa linea avevo già provato la crema gambe rinfrescante! Eccola!

poco tempo? scegli un olio!

Amo usare gli oli, specie per il corpo… ormai sarà piuttosto chiaro! Generalmente per me il massaggio con l’olio su pelle bagnata costituisce il primo step quotidiano dopo il bagno o la doccia, a cui segue l’applicazione della crema idratante. Non è che questa operazione porti via chissà quanto tempo, ma ci sono giorni in cui si hanno davvero i minuti contati! Negli ultimi tempi per me è costantemente così (complice un po’ di stanchezza arretrata, al mattino per riprendere conoscenza impiego quei 5 minuti in più che minano la mia routine)! Per una questione di tempi stretti all’osso, quindi, ho ripiegato sull’uso del solo olio che, si sa, è incredibilmente rapido da applicare (più di una comune crema o lozione). Giorno dopo giorno mi sono resa conto di quanto stesse reagendo bene la mia pelle e, approfittando di una temporanea carenza di creme nelle mie scorte, mi sono votata agli oli! Visivamente la pelle è morbida e, al tocco, vellutata! E se potrebbe sembrare che l’olio sia come “svanito” dalla sua superficie dopo qualche ora dall’applicazione (a differenza di una crema , la cui presenza si continua a percepire), sotto la doccia o in vasca vi renderete conto che c’è… eccome!
Ho finito (da tempo, ormai) con soddisfazione l’olio mamma e quello al cocco dei Provenzali (quest’ultimo si riconferma un mio grande, grandissimo amore!! QUI); approfittando di un’ottima offerta sul sito Amici di Natura ho voluto provare qualcosa di nuovo….
070420152240

Ricaricando, Olio per il corpo mandorle dolci & Ylang Ylang

RICARICANDO, OLIO PER IL CORPO MANDORLE & YLANG YLANG  200ml €13,70 (pagato €6,85 sul sito Amici di Natura)

INCI: prunus amygdalus dulcis oil, olea europea oil*, cananga odorata oil*, tocopherol, glycine soja oil unsaponifiables, helianthus annus seed oil unsaponifiables, benzyl benzoate, benzyl salycilate, eugenol, farnesol, geraniol, isoeugenol, linalool.
*da agricoltura biologica
(questo inci è preso direttamente dalla confezione, poiché in rete ho trovato delle differenze!)
La confezione è pratica e maneggevole! Anche con mani potenzialmente unte è compatta e non rischia di scivolare (e anche se dovesse succedere, è in plastica… quindi non si romperebbe!). Il tappo si solleva (ottimo! senza doverlo svitare e appoggiare da qualche parte) e il foro è della misura ideale: sufficientemente grande da permettere la fuoriuscita del prodotto agevolmente, ma in maniera estremamente controllata! Packaging intelligente, mi piace!
Per quanto concerne il prodotto in sé, è un olio setoso e non eccessivamente pesante, anzi (ad esempio rispetto al su citato “cocco” de I Provenzali, è nettamente meno corposo). Non sono una grande fan dell’ Ylang Ylang, ma in questo mix si percepisce intensamente sì, ma in maniera più gradevole rispetto ad altri prodotti provati in passato (ricordo l’incubo dell’olio Island Flowers di Akamuti oppure il Viola di Khadì) e poi non permane a lungo.
L’olio di mandorle dolci è notoriamente additato come comedogeno (a mio avviso né più né meno di altri suoi compari oli, a dire il vero): oramai si è beccato questa infame nomea come un marchio indelebile e, chiamiamola coincidenza o no, ho riscontrato l’insorgere di qualche imperfezione su spalle e décolleté (poiché questo mix è fondamentalmente a base di olio di mandorle dolci…), ma nulla di preoccupante e che comunque non sia svanito nel giro di poco.
Purtroppo comprando on-line si perde del tutto il concetto del “prodotto ricaricabile”, che sarebbe il punto forte di questa linea! Ma… sarei andata a “ricaricare”? Probabilmente no, poiché sebbene sia un buon prodotto non ha fatto completamente breccia nel mio cuore ed io e l’Ylang Ylang non abbiamo migliorato di molto il nostro rapporto conflittuale. Quest’azienda produce anche una linea “baby” con un olio alla vaniglia che mi sembra molto più allettante! Ad ogni modo è un marchio da prendere in considerazione, specie se avete nelle vostre città dei negozi fisici che vi permettano di sfruttare il concept  di andare a riempire i vostri vuoti, risparmiando su imballi, plastica & soldini!
L.

“PASTROCCHI” invernali per donnine freddolose

E’ arrivato il freddo e con esso sono tornati i miei abituali “pastrocchi”! Ma… in cosa consistono??

C’è chi dopo la doccia utilizza l’olio e c’è chi, invece, preferisce una crema corpo. Ma perché dover scegliere in fondo quando possiamo avere entrambi?? 🙂

L’ideale per me è massaggiare un bell’olio su pelle bagnata, tamponare con l’accappatoio e poi… ricominciare con la crema! Da molte potrebbe essere considerato davvero troppo… ma io sono una “incrematrice” ossessiva e la cosa mi da molta soddisfazione!
Oltretutto questo surplus di nutrimento mi protegge meglio dal freddo!! Proprio come molti animali incrementano il loro strato di grasso sottocutaneo per affrontare l’inverno e in alcuni casi il letargo, allo stesso modo faccio io: solo che mi avvolgo in uno strato superficiale morbido e profumato…
Come se non bastasse io ADORO gli oli e non perdo occasione per utilizzarli!
Nello specifico in questi giorni mi ungo di:

151120141442

Olio Coccole Puris Baby Admiranda

OLIO COCCOLE PURIS BABY – ADMIRANDA – 250 ml per circa €4,90
INCI:  ETHYLHEXYL PALMITATE, PRUNUS AMYGDALUS DULCIS OIL, OLEA EUROPAEA FRUIT OIL, COCO-CAPRYLATE, SQUALANE, PARFUM (FRAGRANCE), MACADAMIA TERNIFOLIA SEED OIL, TRITICUM VULGARE GERM OIL, BUTYROSPERMUM PARKII SHEA BUTTER, PERSEA GRATISSIMA OIL, ARGANIA SPINOSA KERNEL OIL.

L’ho trovato all’Ipercoop nel reparto dei bebè e l’ho preso solo perché mi serviva un olio senza impegno a bassissimo costo. Non è male: essendo un prodotto per bambini è molto leggero (è a base di Ethylhexyl Palmitate/Octyl Palmitate) ed ha un odore confortevole tipico dei prodotti per la prima infanzia. Il packaging però è terribile: l’olio esce a fiumi, sbrodolando e ungendo tutta la confezione…. non a caso l’ho confinato nel portasaponi della vasca da bagno.

151120141441

Olio Biologico Elasticizzante Linea Mamma I Provenzali

OLIO BIOLOGICO ELASTICIZZANTE, LINEA MAMMA – I PROVENZALI – 200 ml per circa €8,00
INCI:  Carthamus Tinctorius Seed Oil, helianthus Annus Hybrid Oil, Prunus Amygdals Dulcis Oil, Macadamia Seed Oil, Tocopherol, Parfum, Citronellol, Limonene, Linalool, Geraniol, Citral.

Anche questo acquistato all’Ipercoop nel medesimo reparto. Non sono mamma (né futura mamma…) ma non ho potuto resistere perché questo prodotto è a base di olio di Cartamo, il mio preferito in assoluto per il corpo! La mia pelle lo adora letteralmente! Il flacone è in vetro trasparente (aiaiaiaiai) con un pratico erogatore, nel complesso è un packaging elegante e funzionale. Il fatto che sia in vetro, però, lo rende un po’ a rischio (mani oleose-bottiglia pesante in vetro non è il TOP). Mi piace, mi soddisfa..ma la nota dolente è l’odore. Il tanto decantato profumo di bocciolo di rosa, al mio olfatto è praticamente inesistente. E’ vero che è stato concepito per una fase della vita in cui una donna dovrebbe avere i sensi sviluppatissimi, però un tantino di profumo in più non avrebbe guastato! Piccola delusione….

151120141439

Olio Secco Vegetale Cocco I Provenzali

OLIO SECCO VEGETALE AL COCCO – I PROVENZALI –  150 ml per circa €8,00
INCI: CARTHAMUS TINCTORIUS SEED OIL, PRUNUS ARMENIACA FRUIT EXTRACT, MALUS DOMESTICA FRUIT EXTRACT, VITIS VINIFERA FRUIT EXTRACT , PARFUM, TOCOPHEROL.

…dulcis in fundo!! Questa linea di oli “alla frutta” mi piace moltissimo! In rappresentanza ora mostro l’olio al (profumo di) “cocco”, ma ho comprato più e più volte l’intera linea (fatta eccezione per quello alla Pesca, poiché in genere è un profumo che non prediligo). Anche questo è a base di olio di cartamo 🙂 e ciò lo rende in completa empatia con la mia pelle!! Quello che potrebbe essere criticabile è una presentazione del prodotto un po’ fuorviante: dire “olio alla frutta”, “con estratti di frutta”, ecc…, mettere in bella mostra un frutto quale cocco, pesca, uva & mora, ribes rosso, come minimo dovrebbe significare che nella composizione compaiano tracce del suddetto frutto! Quante persone che non masticano inci potrebbero pensare di stare a spalmarsi dell’olio di cocco in questo caso? In realtà la formulazione è identica per ognuno, ma varia solo nel profumo… che peccato! Trovo che aggiungere un olio/estratto specifico in base al frutto “simbolo”, avrebbe dato un notevole valore aggiunto! Di recente tuttavia il prodotto ha subito un restyling: vedo che in rete circolano foto della medesima gamma con packaging rinnovato e, da come viene presentato sul loro sito, pare che anche la formulazione si sia evoluta. Purtroppo per il momento in commercio trovo ancora la classica confezione in plastica scura. Fuorviante o no.. a me quest’olio fa impazzire!!

Ok, possiamo passare al prossimo step: la crema idratante!! In questi giorni sto utilizzando per la prima volta
041120141355

Balsamo Corpo Albicocca e Mango Bio Delidea

BALSAMO CORPO NUTRIENTE ALBICOCCA E MANGO BIO – DELIDEA– 200 ml per circa €9,00

INCI: Helianthus annus seed oil, Prunus amygdalus dulcis oil, Argania spinosa kernel oil, Macadamia ternifolia seed oil, Prunus armeniaca kernel oil, Aqua, Glycerin, Mangifera indica fruit extract, Squalene, Betasitosterol, Tocopherol, Parfum, Limonene, Linalool, Geraniol, Citral.
L’ho acquistato sul sito “Il giardino di Arianna” che è l’unico e-commerce tra quelli che frequento ad avere Delidea; le più fortunate, invece, lo troveranno nel Tigotà sotto casa! Di buono ha tutto: è nutriente, si spalma che è un piacere, idrata per tutto il giorno! E’ anche delicatamente profumato di albicocca, una delizia!! Di brutto ha…che, beh, è fin troppo simile al balsamo corpo Bionova! E’ vero che sono figli della stessa mamma, però un po’ di fantasia!! Sarebbe bastato anche solo differenziarlo un tantino nella profumazione! Bionova la trovo all’Ipercoop, quindi mi ritorna anche molto più comodo! Piccola delusione bis…
Se avete una crema corpo terribile, di quelle difficili da stendere e che fanno scia bianca, adottando questo metodo riuscirete a facilitarne l’applicazione, il massaggio e l’assorbimento!
Questo iter mi da una sensazione unica di comfort e di benessere, oltre che lasciare la pelle morbida, profumata, protetta,…favolosa!
L.