Precauzioni cosmetiche da stadio #2 ALL BLACKS EDITION

12 novembre. Stadio Olimpico. Test Match. Italia vs Nuova Zelanda.
Da quando sono trapelate le prime indiscrezioni in merito a questa partita, e parliamo della scorsa primavera, non ho avuto pace. Sono stata il terrore di ogni operatore di call-center, di ogni omino del customer care, di Ticket One, dell’Olimpico, della FIR e pure dell’ATAC. 
Infine il biglietto è stato comprato, i mesi sono passati e il grande giorno è arrivato.
Il fatto che io stessi per vedere dal vivo la squadra più forte al mondo (sebbene con la delusione di non poter ammirare Dan Carter e Kieran Read) non mi sollevava dalla spinosa questione hands care.
 
La giornata era splendida, ma la temperatura progressivamente in calo. In mio aiuto sono venuti gli onnipresenti guantini “a mezzo dito”, al loro debutto di stagione, ed una piccola crema mani, souvenir di Berlino...
 
ALVERDE_HANDCREME CALENDULA

 

Appena calpestato il suolo tedesco e nonostante non facesse affatto freddo, ho sentenziato che avevo urgentemente bisogno di una crema mani senza la quale la mia vacanza sarebbe stata irrimediabilmente compromessa. Il mio hotel era praticamente in Alexanderplatz dove casualmente si trovava un DM che ho frequentato regolarmente durante la mia permanenza Berlinese. Da quella prima incursione proviene appunto questa piccola cremina (25 ml) che poi ho previdentemente messo da parte proprio per questa occasione.
Il suo pack innanzitutto è ideale, in quanto a forma e minimo ingombro, ma con una quantità di prodotto interessante. Solo il tappo a vite si rivela il suo punto debole poiché potrebbe facilmente cadere nello svitare e avvitare. Il prodotto in se mi ha soddisfatta: non è unta ma al tempo stesso non si assorbe completamente molto in fretta nonostante l’alcool così in alto (il che sarebbe l’opzione migliore specie per una crema out-door…ancor di più per una “da stadio”). Il suo odore, dato da parfum derivante da o.e., è delicato e molto lieve, tipico dei prodotti alla calendula. Indicata per tutti i tipi di pelle in effetti potrebbe non essere sufficiente per i mesi a venire, ma per quest’occasione si è rivelata ideale! Uno di quei prodotti da portarsi sempre dietro, stadio incluso!
 
ALKEMILLA_GEL IGIENIZZANTE

 

L’altro amico che mi ha accompagnata a Berlino come a Roma è stato il Gel Igienizzante Alkemilla, prodotto che non dovrebbe mancare nella borsa di ogni donna quotidianamente, specie se passate molto tempo fuori casa! Se poi, come me, avete la tendenza a raccogliere foglie da terra piuttosto che accarezzare qualche gatto lungo il tragitto, vi tornerà particolarmente utile! E non solo quando sgranocchierete tra gli spalti dell’Olimpico i vostri Pavesini al cacao (lo so, non è una merenda molto adatta alla circostanza…ma i miei vicini mangiavano yogurt, quindi!…) perché molto spesso si associa il gesto di igienizzare le mani al solo concetto di mangiare. Sarà invece utile avere le mani pulite quando le porterete al viso guardando sognanti l’Haka, o quando le passerete sugli occhi in un gesto sconfortato dopo aver preso la prima META (di una lunga serie…) o ancora vi coprirete la bocca durante il piccolo miracolo di Tommaso Boni…
Il pack è solido e compatto, il gel denso: insomma, tutto a portata di stadio. Naturalmente essendo a base alcolica asciuga in fretta ma senza seccare la pelle, anzi!! Lo trovo stranamente idratante e confortevole…sarà la glicerina?! Il suo profumo delicato e fresco mi ha completamente conquistata! 
Dunque mani igienizzate….ma non solo.
Siete in trasferta e non vi siete portate dietro il mondo per il week-end. L’aereo ha questo strano effetto collaterale di farvi sorgere imperfezioni e probabilmente anche il muffin al triplo cioccolato mangiato in aeroporto ci ha messo il suo: insomma, sul vostro viso avete visite. Indesiderate. Ebbene provate a mettere giusto una goccina di questo igienizzante e vedrete! In fondo non sono forse quasi tutti gli stick anti imperfezioni costituiti da gel a base alcolica con aggiunta di o.e.? 
 
A questo punto non ci resta che aspettare il nuovo anno e il 6 Nazioni, ma è presto per parlarne, per cui ripongo la sacra maglia. 
A posteriori, dei 3 Test Match giocati in Italia, naturalmente ho scelto di andare ad assistere al massacro: contro il Sud Africa abbiamo portato a casa la partita e ad Italia-Tonga abbiamo perso all’ultimo minuto e di soli 2 punti… ma vuoi mettere veder giocare gli All Blacks?
Se tornassi indietro sceglierei di nuovo l’Olimpico e questo bel week-end, fatto di sole e Roma, sport e musei,caffè e pavesini, mani idratate e igienizzate….
 
L.
wp_20161112_13_09_29_pro

wp_20161112_16_02_37_pro

wp_20161112_14_56_05_pro

Annunci

precauzioni cosmetiche da stadio

 
27 febbraio. Stadio Olimpico. RBS 6 Nazioni. Italia vs Scozia.
 
Indosso la maglia della nazionale e lascio a casa il mio adorato coordinato tartan sciarpa-guanti made in Edinburgh, tanto per non creare strani equivoci: è già fin troppo evidente quanto io simpatizzi per questi highlanders
E’ vero, sono all’Olimpico e non certo al Murrayfield Stadium, dunque non ci saranno condizioni climatiche talmente avverse da preoccuparmi, ma è sempre bene prendere qualche piccola precauzione cosmetica che-tanto-male-non-fa!
La giornata inizia presto e sono a Roma già prima delle 8: è importante idratare per bene la pelle e non mi faccio mancare una piccola protezione solare (vedi la combo del precedente post!), considerato il fatto che si starà in giro tutto il giorno e, soprattutto, non ho la minima idea se i posti prenotati siano stati così economici perché esposti agli elementi o solo perché non si vede un tubo di quel che succede in campo, ma tant’è (in verità né uno né l’altro! Ottimo!).
Se voleste portarvi a casa un aitante rugbista, sarebbe il caso di sistemarvi un po’, magari indossare un bel rossetto (di quelli a-me-gli-occhi-please)! Ma visto che io voglio tenere lo sguardo sul campo e non nello specchietto ed intendo esultare/sorridere/imprecare liberamente senza temere tracce sui denti, ho optato per un look più pratico, per così dire, perché le donne sono pratiche come sosteneva giustamente Sally in “Harry ti presento Sally”  (<<…Esatto! Come ogni altra donna sana di mente! Perché le donne sono pratiche, inclusa Ingrid Bergman che infatti sale su quell’aeroplano alla fine del film…>>). Ciò non significa che le labbra vadano trascurate, tutt’altro!
Ho scelto di portare in trasferta una new entry che già ha conquistato il mio cuore!
 
WP_20160301_20_11_48_ProREMEDIA CREMA PER LABBRA  ml 8 € 7,00
inci: Simmondsia chinensis oil, Cera alba, Olea europaea fruit oil, Butyrospermum parkii butter, Chamomilla recutita extract, Citrus aurantium dulcis oil, Anthemis nobilis oil,  Ornithogalum umbellatum extract, Achillea millefolium extract, Salix alba flower extract, Limonene*, Citral*.
*Componenti naturali degli OE.
 
Il nome “crema per labbra” non tragga in inganno! Si tratta di un “classico” stick labbra… sempre che classico possa definirsi!! Ha una consistenza tutta particolare: non è un burrocacao oleoso di quelli che lasciano una patina lucida in superficie e fanno ben poco (e che, detto fra noi, non mi piacciono affatto), ma neanche il tipo “ceroso”, più consistente sulle labbra, che fa strato. E’ quasi una via di mezzo: ceroso ma impalpabile, confortevole ma non unto. Applicato in quantità “normali” non è neanche lucido, il che permette di applicarlo tra gli spalti di uno stadio senza preoccuparsi di aver creato un monolabbro catarifrangente. Il suo delicatissimo profumo di arancio dolce lo rende così piacevole!
Olio di jojoba, cera d’api, olio d’oliva, burro di karitè, estratto e o.e. di camomilla romana, o.e.di arancio dolce, rimedi floreali star of bethlehem, yarrow e willow: questi gli ingredienti, tutti di altissima qualità! 
Occhio al mini-tappino però: se vi sfugge di mano è la fine!!
Un’altra parte del nostro corpo di cui possiamo/dobbiamo facilmente prenderci cura (anche allo stadio) sono le mani. Ho portato con me quella che in verità è la mia crema-da-comodino!
 
WP_20160301_20_11_12_ProREMEDIA CREMA MANI AL TIGLIO  ml 50  €12,00 
inci: Aqua, Helianthus annuus seed oil*, Simmondsia chinensis seed oil*, Olea europaea fruit oil*, Alcohol*, Prunus amygdalus dulcis oil*, Cera alba*, Cetearyl alcohol, Citrus  limonum peel oil*, Glycerin*, Aloe barbadensis leaf juice*, Tilia cordata flower extract*, Anthillis vulneraria flower extract*, Mentha piperita water*, Lavandula angustifolia flower water*, Ocimum basilicum leaf water*,  Lavandula hybrida oil*, Commiphora myrrha gum oil, Cetearyl glucoside, Xanthan gum,  Juglans regia leaf extract*, Rosmarinus officinalis flower extract*, Limonene**, Citral**, Geraniol**, Linalool**.
*Da agricoltura biologica.
**Componenti naturali degli OE.
 
Porto i guanti fin quasi a maggio (non abito in un fiordo Norvegese, lo giuro!) e ovviamente non possono mancare anche in questa occasione, per cui lo step crema mani sarebbe potuto essere facoltativo….e invece no!
Nella sua funzione primaria di crema-da-comodino probabilmente si presta ancor meglio che in trasferta perché lascia una leggera patina unta e anche perché il suo meraviglioso odore è estremamente rilassante e predispone serenamente al sonno (almeno me)! Ha una consistenza soffice e compatta, molto piacevole da massaggiare! Ripeto: secondo me applicata prima di andare a dormire è il top, ma soprassedendo al fattore “leggera patina” di cui sopra, naturalmente è ottima in qualunque circostanza! Nutriente, rigenerante, riparatrice… e, ritornando un attimo al suo meraviglioso odore, non aspettatevi niente di “sintetico”: come da tradizione Remedia non c’è profumo aggiunto ma dato esclusivamente da o.e.
Olio di semi di girasole, di jojoba, di oliva, di mandorle dolci, idrolati di lavanda, basilico e menta, estratti di tiglio e di vulneraria, cera d’api, succo d’aloe, o.e. di limone, lavandino e mirra, rimedi floreali di tiglio, walnut e rosemary, tanto per citare gli straordinari ingredienti di questa crema tanto speciale!
Anche qui tappo a vite fortemente a rischio!!
Se ve lo steste chiedendo… abbiamo perso, damn! Ma quante emozioni!! Ad ogni modo con due prodotti così almeno noi di sicuro faremo META!
 
L.
WP_20160225_20_33_19_Pro
WP_20160227_11_51_48_ProWP_20160227_14_57_34_Pro