I migliori 4 bagni della storia

Ai tempi in cui la mia casa era in costruzione, optai per allestire il mio bagno come l’avevo sempre desiderato, con  una bella vasca classica, di quelle con le zampe di leone per intenderci. Non mi lasciai tentare dall’idromassaggio e non cercai la praticità di una doccia (che comunque in casa ho), nonostante più persone profetizzassero che, in fondo, quella vasca non l’avrei mai utilizzata.

Ma davvero, eh.

Infatti ci sono settimane in cui lo faccio quotidianamente, altre meno, ma non passa mai più di un pugno di giorni tra un bagno e l’altro. Diciamo che la mia vasca, quella che non avrei mai usato o giù di lì, fatica a restare asciutta.

IMG_20190422_125530Normalmente il mio bagno è finalizzato a lavarmi, che assurdità…vero? Una reale alternativa alla doccia: bagnoschiuma, guanto esfoliante….niente bolle, niente lunghi temporeggiamenti a mollo. Candele? Quasi sempre! Musica? Obbligatoria (anche per un bidet). In questi anni ha funzionato così, perché fondamentalmente vado sempre di corsa, sono freddolosa in maniera imbarazzante e mi rincresce riempire ogni singola volta la vasca fino all’orlo: tralasciando le implicazioni ecologiche ed economiche, mi sembra uno spreco e un’assurdità. Fondamentalmente ne deve valere la pena e, per investire una certa quantità d’acqua, devo come minimo sostarci.

E’ passato dal mio bagno un prodotto che mi ci ha fatto sostare per davvero in vasca e mai così volentieri. Di quelli che punti la sveglia dopo 45 minuti e quando suona ti dispiace pure. Un prodotto che è diventato un imperdibile appuntamento della domenica pomeriggio, per il quale ho messo in stand-by altre amatissime e attese attività del fine settimana senza se e senza ma. Ho totalizzato 4 bagni belli, ma talmente belli che molto probabilmente il loro ricordo mi farà superare il trauma delle prossime bollette (I hope so)!

Modificate in Lumia Selfie

Negli ultimi tempi si fa un gran parlare di Veralab de L’Estetista Cinica: ci sono alcuni prodotti di quelli che, se non li compri, non sei nessuno (tipo la Luce Liquida, best seller assoluto, le Slim_me Bende di cui si favoleggia e che, ovviamente, ho preso anch’io, ecc..) ma tra questi non figurano i SALI SUPERDRENANTI SLIM_ME BATH.

Poi, coincidenza, ho iniziato a postare foto dichiarando il mio amore smodato e assoluto per loro, è arrivato il tanto atteso sconto 30% annunciato tempo fa e per il quale già mi sfregavo le manine ossute….e sono andati sold out alla velocità della luce, battendo persino il mio carrello già fumante in corsa alla cassa. Ma tant’è.

Forse perché la vasca ce l’hanno in poche, o la usano in poche, chissà, ma io di questi sali non avevo sentito parlare un granché. Ma tu, amica, proprio tu che la vasca ce l’hai ed è sempre bagnata come la mia, tu che ti ritagli volentieri un’oretta extra di coccole non plus ultra con la musica e tutto il resto, tu che se perdi un po’ di liquidi non ti fa schifo, ecco….dovresti provarli. Giuro.

Anzitutto il vero investimento è il costo di gas e acqua, perché i sali di per sé sono perfettamente abbordabili e convenienti: una jar da 1 kg basta per 4 bagni e costa appena €20 (€5 a bagno, per intenderci. A livelli di un baffetto dall’estetista).

IMG_20190422_125558Prendiamola alla larga, come sempre: il pack. In molte amano lo stile unicornoso dei prodotti Veralab, il trionfo di rosa e bianco che a me personalmente non entusiasma. Quel che conta è la sua praticità e questa jar lo è, con un tappo interno a protezione dei sali. Per essere da 1 kg non è eccessivamente ingombrante o pesante, direi che piaccia o meno…chissene! Va bene così!

Di sicuro uno degli aspetti che più mi ha colpita e deliziata e incantata è il loro profumo paradisiaco, che vi irretirà non appena sollevato il tappo salvafreschezza: un odore intenso, fresco, balsamico ma non pungente. Un vero e proprio apri-polmoni! Mi basta odorare la confezione vuota per desiderare immediatamente di chiudermi nel mio bagno annebbiato da questi vapori profumati.

Una volta preparato il giusto quantitativo in una ciotola, lo versavo in acqua calda a vasca quasi vuota, porta ben chiusa alle spalle e tutto il tempo del mondo per farli sciogliere ed immergermi finalmente in totale relax.

Complice il riscaldamento acceso, l’acqua a temperatura di cottura della pasta (lo so, lo so, non fa bene….ma mi piace così) e l’azione realmente drenante di questi sali …fatto sta che dall’immersione al raggiungimento di uno stato di catarsi totale, beatitudine, distacco dalla realtà non passano che pochi minuti. Altro che funghi allucinogeni!

IMG_20190422_125624Mi lasciavo scivolare sul fondo della vasca a palmi in sù, quasi completamente priva di forze, occhi chiusi, maschera sul volto (uniamo l’utile al dilettevole, …o l’utile all’utile….o il dilettevole al dilettevole, fate voi) tenendomi sveglia (ma poi neanche troppo) cantando sulla mia playlist. Pura beatitudine, relax totale.

….e così per 45 minuti…..

Al suono della sveglia, precipitando nella dura realtà e prendendo di nuovo possesso del mio corpo pieno di ritenzione idrica (damn!), mi dispiaceva troppo la doverosa apertura della finestra per disperdere i vapori, ma al di là del fatto che non si vedesse ad un passo il mio pensiero correva sempre all’umidità che si crea sui muri e questo mi faceva rendere conto di essere ritornata pienamente in me.

Per i primi 2 bagni sono stata diligente e mi sono misurata prima e dopo, verificando effettivamente la perdita di almeno 2 cm sul girovita e 1,5 per coscia….niente male!! Teniamo a freno i facili entusiasmi, sono perdite relative e temporanee….ma fa sempre piacere! Se non che, cm o no, per i successivi 2 bagni me ne sono altamente fregata: li ho fatti per puro piacere e diletto….e dei cm poco importa (tanto con le bombe ormonali che mi sto sparando, tutto è davvero molto relativo)!

Si parla di una certa secchezza della pelle dopo il trattamento e la cosa non mi stupisce, del resto. Tuttavia l’idratazione post-bagno non me la faccio mancare in qualsiasi circostanza ed io non ho avvertito nulla da segnalare in merito!

IMG_20190422_125644Quel che invece voglio annotare è il crollo vertiginoso della mia pressione sanguigna per tutti i fattori di cui sopra, ovviamente, sebbene io non ne soffra in alcun modo e anche pratiche quali bagno turco, sauna, ecc….notoriamente mi fanno un baffo. Ebbene, se soffrite di pressione bassa, tenete sotto controllo la temperatura dell’acqua, magari lasciate la porta aperta di appena uno spiraglio, se potete, e comunque uscite con cautela della vasca! Se di tanto in tanto bevete un po’ male non fa (se non siete a dieta, un po’ di zuccheri potrebbero giovarvi, magari un bel succo di frutta, un centrifugato, fate voi in base al vostro grado di salutismo. Per me bottiglia d’acqua a portata di mano, ma a piccoli sorsi). Altra cosa che potrebbe aiutare nel percorso di recupero dei 5 sensi è bagnare viso, mani e polsi con acqua fresca: se come me vorrete approfittare di quest’estesi di 45 minuti e coronare il tutto con una bella maschera viso, sciacquatela direttamente in vasca prima di uscire: vi garantisco che aiuta; dopo potrete persino ricordare il vostro nome!

Cosa che a voi potrebbe apparire ovvia in base a quanto descritto, ma che per me ha quasi dell’incredibile vista la mia paradossale freddolosità (sì, anche durante un bagno caldo) è quanto abbia sudato nel mentre. E quanto abbia continuato a sudare durante la notte! L’ho riscontrato tutte e 4 le volte! Quindi se dormite in allegra compagnia….forse questo è l’unico risvolto meno entusiasmante! ….

IMG_20190422_115420Cos’altro aggiungere ancora, semmai ce ne fosse bisogno? Una doverosa occhiata all’INCI, come sempre! Solfato di Magnesio e Sale inglese, estratti di Equiseto, Olmo Rosso, Altea, Rosa, Menta Piperita, Arancio Dolce, Consolida Maggiore e Camomilla. Il profumo è aggiunto…..ma questo bel bouquet di estratti giocheranno sicuramente il loro ruolo nel raggiungimento di questa incantevole fragranza!!

Lo consiglio? Lo ricomprerei?….Lo ADORO?! SI, SI E ANCORA SI!! Assolutamente e senza la minima esitazione!! Anzi: se non fosse andato sold-out nel giro di un battito di ciglia, sarebbe già di nuovo mio!….e voi ben sapete quanto sia difficile per me superare la soglia del riacquisto!! Naturalmente la mia curiosità in fatto di sali da bagno è stata solleticata e il vaso di Pandora scoperchiato, è evidente….povera me! Dunque senza ombra di dubbio mi guarderò intorno e magari sperimenterò dell’altro….ma ciò non toglie che, tirando via il tappo della vasca l’ultima volta…un pezzettino del mio cuore disciolto se ne sia andato insieme a questi sali….

IMG_20190422_115350

(quindi per chi se lo stesse chiedendo….SI’, un cuore ce l’ho)

(Credo)

L.

EasySelfieFront20190331_19_52_49-1

 

 

 

Annunci

obiettivo DETOX

E’ sempre così: arriva la primavera e, mentre fioriscono piante e allergie, porta con sé il sole, gli uccellini….e la voglia di depurarsi. Accantonati i vestiti pesanti anche noi vogliamo sentirci più leggere e non è una questione legata al fatto che andremo via via scoprendoci mettendo in evidenza gli “accumuli” dell’inverno, è proprio una necessità, una ricerca di benessere e leggerezza.
Una bevitrice di tisane come me non poteva esimersi, questa primavera come le precedenti, di concentrare i suoi acquisti sul filone DETOX, sostituendo le buone tisane invernali (QUI) con alcune più mirate allo scopo.
Ognuna di queste tisane è stata bevuta a colazione e dopo cena ogni giorno e, nel week-end, anche a merenda….e vediamo un po’ se non dreno !! Ci tengo tuttavia a precisare che non mi sono sottoposta ad una sorta di tortura trangugiando controvoglia intrugli maleodoranti: io amo bere tisane e queste non hanno fatto eccezione!
 
POMPADOUR Linea Snella
E’ una tisana a base di MATE, tipica bevanda del Sudamerica, nota a  chiunque abbia mai visto in vita sua qualche telenovelas degli anni 80 (come dimenticare Domitilla che definiva il Mate una sorta di bevanda di lusso per poveri! Sarà che io ho visto “Topazio” parecchie volte, ma l’immagine di questa bevanda sorbita con le tipiche cannucce in metallo non mi è affatto nuova! Non ditemi che non avete mai visto Topazio???). Ad ogni modo niente cannucce in metallo a casa mia, ma normalissime tazze! Il Mate è conosciuto per le sue spiccate proprietà diuretiche e “spezzafame”, ed ecco perché dovrebbe, penso, essere consumato in orari un tantino più consoni, tipo metà mattinata! Il sapore di questa miscela che conta anche menta piperita, verbena e radice di liquirizia è molto delicato e gradevole e si percepisce quasi esclusivamente la menta (penso a tal proposito che potrebbe essere gustosa da consumare anche fredda, magari d’estate). Quanto alla sua efficacia non posso dire di aver avvertito niente che mi facesse pensare stesse funzionando! La buona notizia è che non richiede di essere dolcificata!
 
SOGNID’ORO Drenante 
L’ho trovata dal fruttivendolo (?) durante la mia spesa detox pro ponte del 25/04. Questa tisana è a base di Ortica, Verga D’Oro, Uva Ursina, foglie ed estratto secco di Betulla, Tè di Giava, radice di Gramigna e Ononide, Camomilla. Devo riconoscere che è un prodottino niente male! Anche tenuta in infusione più dei 5 minuti consigliati sulla confezione, il suo sapore rimane sempre delicatissimo, appena percettibile: specie a colazione questo è un gran vantaggio perché appena sveglie non sempre si ha voglia di assaporare gusti più intensi o anche appena pungenti (tipico di questo genere di mix), per cui anche in questo caso non occorre dolcificare! Inoltre, rispetto alla precedente, ho potuto apprezzare un interessante effetto drenante: fermo restando la stessa quantità di acqua assunta giornalmente, le mie visite al bagno sono state un po’ più impellenti del normale! Buona per gusto ed effetti!
 
POMPADOUR Depurativa
Molto interessante è la composizione di questa tisana! Fiori di camomilla e finocchio per cominciare (il 46%), Tarassaco e Curcuma per finire! La curcuma, inutile dirlo, è ultimamente tornata alla ribalta per tutte le sue già note proprietà (depurativa appunto, ma anche antiossidante, digestiva, antinfiammatoria, antitumorale…insomma: un portento della natura!), per questo m’incuriosiva particolarmente provarla in una tisana (un modo come un altro per assumerla…chi ha orecchie m’intenda! cit. “Il Cowboy con il velo da sposa”). Il Tarassaco non è da meno: ho sentito favoleggiare sul suo conto, specie da chi ha perso peso! Purtroppo l’assunzione di questa tisana, dal gradevole sapore di finocchio, non si è concretizzata con qualche risultato tangibile! Nessun senso di leggerezza, nessuna plin plin extra, nessun beneficio a livello di gonfiori vari, nulla. Per quel che ne so potrebbe aver lavorato alla grande all’interno, ma non ho potuto constatarlo con i miei mezzi! Forse le percentuali di Curcuma (22,4%) e Tarassaco (31,6%) non sono state incisive nel mix, ad ogni modo un vero peccato!
 
SOGNID’ORO Snellente
Visto che la cugina Drenante mi aveva soddisfatta, ho deciso molto furbescamente di ritornare su una Tisana Sognid’oro ed ho scelto la versione Snellente. Questo interessante mix conta qualche vecchia conoscenza ed alcune new entry:  ritroviamo il Mate di Domitilla (che molto in forma non era, a dire il vero), scorza ed estratto secco d’arancia, guaranà, liquirizia, the verde, damiana. Un concentrato di tutto ciò che, teoricamente, dovrebbe funzionare. Per i primi giorni… nada, rien, nothing at all: come fosse acqua! Poi, d’un tratto, la svolta: sebbene sia più mirata a stimolare il metabolismo e a coadiuvare idealmente un dieta, ha cmq avuto un buon effetto drenante! Mi sono persino svegliata nel cuore della notte per fare plin plin, cosa che non mi capita MAI (e che odio! Ma vuoi mettere la felicità di drenare? Ma sì, alziamoci!). Ha un gusto molto leggero e delicato, non necessita di essere dolcificata ed in particolare io l’ho gustata con un pizzico di Cannella che è sempre piuttosto famosa per faccende di questo tipo!  Buona, trasversale ma penso andrebbe assunta per un periodo di tempo più prolungato!
Tirando le somme non c’è nulla di eclatante o di assolutamente indispensabile in questo post! Quel che è certo è che, sul mio organismo, una buona influenza ce l’hanno avuta (inaspettatamente) Le Tisane Sognid’oro, in particolar modo quella drenante! Le Pompadour, invece, non mi hanno entusiasmata e, bellissimo pack a parte, non hanno avuto si di me gli effetti sperati! 
Naturalmente nella mia dispensa ci sono già ad oggi altre 4 tisane da provare perché il DETOX  è solo all’inizio….(non prendetela come una minaccia, ma tant’è: vi sorbirete altri post)
L.