La biocolazione, d’estate..

La colazione, chi mai l’avrebbe detto (visto mamma? Ci ho messo più di trent’anni a capirlo ma ci sono arrivata), è il pasto a cui tengo di più e su cui mi arrovello di continuo affinché accompagni le mie esigenze, che sono sempre in fermento. Se mi sento a terra punto sulla colazione, se arrivo affamata allo spuntino la integro, se sono in fase d’intestino pigro la vario…insomma! E’ continuamente work in progress!

Da svariati mesi a questa parte, ecco cosa mangio dalle 6,30 alle 6,55 facendo zapping su You Tube oppure, se mi va male, guardando Dr.Oz (per non più di 20 secondi) oppure Will & Grace (per non più di 5 minuti)…
 
Le mie adorate gallette con il cioccolato sono state per qualche settimana desaparecidos all’Ipercoop e, non volendo assolutamente rinunciare alla mia parentesi dolce mattutina, ho puntato su semplici gallette con un velo di confettura. In genere preferisco gallette di riso perché hanno un gusto molto delicato che ben si presta ad accompagnare sapori più intensi. Le scelgo sempre Bio e Gluten Free e le preferisco piuttosto spesse! Ma anche riso & soia o ai cereali: la scelta oramai è molto vasta e a prezzi onestissimi!
wp_20160802_21_46_54_pro
Per la confettura cambio sempre gusto (fragola, fichi, agrumi…) ma dev’essere rigorosamente Bio e con solo zuccheri della frutta o al massimo zucchero di canna, ma non in grandi quantità (leggete sempre le etichette!! Il fatto che sia BIO non vuol dire che debba essere infilato nel carrello ad occhi chiusi!!). Anche in questo caso c’è solo l’imbarazzo della scelta! Le confetture Rigoni di Asiago offrono molte ottime varianti, sono certificate biologiche, senza aggiunta di zucchero e sono senza glutine, …oltre che buonissime!
Passiamo al piatto forte: yogurt e cereali. A-d-o-r-o!
Sebbene di tanto in tanto ricompro i flakes di farro (che rimangono sempre buonissimi), trovo che in particolare questi Bio Flakes di mais Cerealvit abbiano una marcia in più! I canonici 30 gr riempiono tazza e pancia, sono BIO, Gluten Free, buonissimi e croccanti! Non hanno zuccheri aggiunti e creano dipendenza!! Il prezzo è buono e si trovano con facilità nel reparto per intolleranti al glutine. Probabilmente i cereali perfetti!
In tazza aggiungo le sempre buone mandorle nel numero magico (7, tanto per gradire) ….
Lo yogurt, invece, da svariati mesi a questa parte è Activia, nella versione 0%, ovviamente. Non è bio, lo so, ma è magro e buono ed in più mi sta aiutando (non in maniera strabiliante) con la questione “intestino pigro”. Ne consumo 24 vasetti in 2 settimane (in genere tutti “bianco e cereali”!! Delizioso! Il mio frigo sembra quello della pubblicità!) perché lo mangio spesso anche a cena! Nel mio precedente post mi è stato contestato il fatto che mangiassi yogurt “aromatizzati” invece di preferire yogurt bianco a cui aggiungere della frutta, ad esempio. E’ vero ma…la mia colazione mi pare comunque accettabile e a metà strada tra sano e buono…   
wp_20160911_08_41_13_pro
New entry: il polline!! Lo puntavo da tempo immemore ma mi sembrava sempre eccessivamente costoso. Sentendomi particolarmente stanca e pensando di acquistare un integratore alimentare ho pensato: <<perché non provare prima con il polline?>> e così sia!
Ne aggiungo un cucchiaino allo yogurt, prima di versarlo in tazza. L’odore non è dei più invitanti, ma il sapore si confonde facilmente. Non bisogna eccedere perché, come si suol dire, è una botta di vita! Tra l’altro moderandosi doverosamente con le quantità, si riesce ad ammortizzare il costo del prezioso vasetto (circa 9€)!
Energia a volontà!
Che altro?
Una bella tisana, calda o fredda non importa (anche se ultimamente preferisco quelle fredde e lascio le calde alla sera. Le “Fredde Infusioni” Pompadour sono ottime! La mia preferita? Fragola e Arancia!!), ovviamente non zuccherata, per mandar giù l’idea di doversi alzare da tavola e fiondarsi in bagno a prepararsi!
Sarò pronta per una nuova giornata? No, naturalmente. Sarò carica e scoppiettante? Ancora no….ma almeno sarò sazia e soddisfatta (e senza sensi di colpa!) 
 
L.

La buona colazione quasi-bio per intestini pigri ;)

La colazione è il pasto più importante della giornata, ce lo ripetono da anni. Io ho del tutto ignorato la colazione per gran parte della mia vita (<<perché sprecare quei minuti preziosi quando si potrebbe dormire?>>) oppure l’ho consumata frettolosamente in stato di semi (o completa) incoscienza. Da un paio d’anni, invece, la colazione è diventata parte della mia routine ed inoltre è continuamente work-in-progress  nel tentativo di migliorarla sempre più e renderla:
a) buona (aspetto importantissimo. Già non sono propriamente gioiosa di alzarmi e andare a lavoro, se dovessi anche buttar giù qualcosa di disgustoso sarebbe la fine);
b) saziante (c’è un confine molto blando tra la voragine che mi apre un piccolo pasto ed un senso di semi-sazietà);
c) non eccessivamente calorica (con la scusa che <<abbiamo tutto il giorno per smaltirla>> molto spesso si eccede);
d) ricca di fibre (si, maledetto intestino pigro) ;
e) veloce (massimo per le 7:00 devo entrare in bagno).
Queste le mie ambizioni. Detto ciò, va considerato anche l’aspetto stagionale: in inverno di sicuro fa più piacere qualcosa di caldo che in estate, suppongo. Almeno per me è così per cui questa è la FALL VERSION della BREAKFAST ROUTINE…. e speriamo che funzioni!
125 ml (1 vasetto) di yogurt, possibilmente magro e bio.
[mi trovo veramente bene con gli yogurt Viviverde Coop sia per una questione di assortimento di gusti (di “magro” c’è Bianco, Mirtillo, Banana, Lampone, mediamente 95 kcal a vasetto; “intero” Bianco, Caffè, Fragola, Albicocca, circa 125 kcal. Naturalmente visto che la vita è ingiusta anche per quel che riguarda gli yogurt, l’intero è molto più buono e cremoso del magro….ma tant’è…) che per il prezzo (poco più di €1,00 la coppia). Gli yogurt Fattoria Scaldasole sono il non plus ultra della bontà, unita al fatto che esistono gusti buonissimi e particolari (…Liquirizia, Mela-Cannella, Orzo…)e sono tutti “magri”, io li adoro! In genere li preferisco come dessert
 -leggi: sgarro- piuttosto che al mattino. Purtroppo li trovo all’Auchan che non frequento molto spesso….]
   WP_20151004_21_56_29_Pro          WP_20150926_22_21_59_Pro
30 gr di fiocchi di farro bio.
[dopo aver provato svariate tipologie di cereali da tuffare nello yogurt, mi sono del tutto arenata su questi flakes integrali di farro a marchio Poggio del Farro. Sono deliziosi, leggeri e conservano la loro croccantezza, requisito fondamentale! Sono biologici e non devi impegnarti un rene per comprarli!] circa 112 kcal per porzione!
15-20 gr di crusca d’avena.
[al supermercato non ho trovato una versione Bio, per cui mi accontento di questa. L’aggiunta della crusca d’avena dovrebbe aiutare ulteriormente il transito intestinale. Ad ogni modo è buona…]. Parliamo di circa 50-70 kcal.
WP_20151004_21_57_05_Pro
1 frutto.
[nello specifico 1 banana, che non è di certo il frutto più indicato per l’intestino pigro, ma dalla sua ha il fatto di essere il più rapido e indolore da pulire…per cui MI PIACE! Ah! Ad onor di cronaca specifico che la frutta non è biologica, perché costa troppo!] mediamente 70 kcal.
frutta secca.
[il consumo modico di frutta secca è estremamente consigliato a colazione o spuntino, specie per l’intestino pigro. Di buono ha tutto…. meno un piccolo dettaglio: è calorica. Molto. Ecco perché aggiungo giusto 4 o 5 mandorle al mio mix di yogurt & cereali]. Siamo sulle 35 kcal circa.
WP_20151004_21_58_57_Pro
In questa maniera la colazione si aggira attorno alle 350 kcal (anche un po’ oltre, a dire il vero), il che mi colloca proprio al limite di quanto normalmente consigliato. Attenzione però: penso che il calcolo delle calorie non debba essere un’abitudine maniacale, ma serve solo per avere consapevolezza di ciò che stiamo mangiando (diamine! La frutta non dovrebbe avere kcal!)e darci delle linee guida, tutto qui. Altra doverosa precisazione: non tutto ciò che figura in questo post, avete visto, è biologico. Se al supermercato trovo alimenti bio a prezzi normali o quasi, li preferisco a qualsiasi altro prodotto; diversamente mi accontento di quel che c’è perché molto spesso biologico equivale a eccessivamente costoso.
WP_20151004_22_19_03_Pro

🙂

Questa colazione darà una svegliata al mio intestino? Placherà la mia fame? Lo spero, ma ad ogni modo ci aggiorneremo all’arrivo del freddo, momento in cui credo che pensionerò lo yogurt in favore di qualcosa di caldo, in genere una tisana. Come incastrare il resto poi, è tutto da vedere! Poiché la tisana con l’avena non mi pare una gran coppia!
L.