uva, miele e mirtilli

Non è passato molto dal mio ultimo post inerente alla hair care, croce e delizia. 
Quella con i miei capelli è una grande e struggente storia d’amore (amore non corrisposto, peraltro). Vedo in giro le peggio atrocità perpetrate sui capelli, ed io non posso far altro che domandarmi: “ma perché non cadono a loro, i capelli??”…ma tant’è. 
La caduta, puntuale come i kg di troppo al rientro dalle vacanze, è tornata intensa e spaventosa come ogni primavera. Ed io mi ritrovo anche a dover combattere con tutti gli effetti collaterali dati dai farmaci che utilizzo (secchezza e desquamazione, tanto per citarne due tra i più simpatici). 
Questa routine è andata avanti parallelamente a quella anti-prurito (QUI), altra simpatica new entry di quest’anno, per il ciclo non facciamoci mancare niente….
Ricorderete, o forse no, che il sabato sera, in previsione di lavare i capelli la domenica mattina, massaggiavo sulla cute la Rescue Cream di Remedia o la Pasta all’Ossido di Zinco di NaturaBella: avevo pertanto bisogno di usare uno shampoo che avesse un buon potere lavante, cosa che non poteva invece garantirmi quello per bambini che usavo infrasettimanalmente. 
ORGANIC SHOP_ORGANIC GRAPE & HONEY SOFT SHAMPOO
WP_20170624_14_31_05_Pro
WP_20170618_13_06_50_ProOrganic Shop è un marchio che m’incuriosisce parecchio, fatto di tante referenze golose ed estremamente low cost! Tuttavia fate attenzione a ciò che infilate nel carrello perché, come purtroppo accade, non tutti i prodotti hanno inci accettabili e gli e-commerce mancano di segnalarlo, cosa molto grave a mio avviso (la maggior parte dei prodotti è addirittura certificata BDIH, mentre nella linea corpo di grande formato, la “Body Dessert” non manca di veder spuntare qualche silicone! Quindi…occhio!). Questo shampoo è, invece, naturale al 99% e certificato BDIH, per cui possiamo stare più che tranquille essendo una tra le più rigide e prestigiose certificazioni!
In formula, oltre ai tensioattivi del caso, troviamo Miele, olio di Vinaccioli (entrambi da agricoltura biologica), proteine del grano idrolizzate e Vitamina E.
La prima  cosa che colpisce è ovviamente il profumo: non di miele né d’uva…un odore indefinito, ma comunque dolce e fruttato! Lo stesso non persiste sui capelli, ma garantisce un momento di puro piacere durante il lavaggio!! L’ho adorato e, se ci fosse una linea corpo abbinata (che non c’è…), la farei mia! La consistenza, piuttosto singolare all’inizio, è andata modificandosi con il passare delle settimane o forse con l’intensificarsi del caldo, chissà. Durante i primi periodi di utilizzo si presentava come un gel molto denso (quasi un blob) dal color bianco opaco; da circa metà flacone in poi si è….sciolto: trasparente e nettamente più liquido. Ad ogni modo questo non ha influito sulle sue buone performances: cute pulita nella media e capelli morbidi e lucenti. Non ho veramente nulla da rimproverare a questo shampoo: ottimo rapporto qualità/quantità/prezzo (meno di 6€ per 280 ml di prodotto), gradevole all’uso, buono nel risultato!
ALKEMILLA_MASCHERA PER CAPELLI LUCIDANTE AL MIRTILLO
WP_20170624_14_31_33_Pro
WP_20170618_13_07_48_ProRestando in tema di golosità per capelli, mai abbinamento fu più riuscito! Questa maschera di Alkemilla è uno di quei prodotti di cui si vorrebbe una confezione da kg, in cui tuffare la mano e cospargersi i capelli a profusione (un po’ come faceva Julia Roberts con la maionese in una scena del film “Scelta d’Amore”, mio personalissimo cult! Ve la ricordate?). In realtà il prodotto è già efficace in piccole quantità: immaginate una crema morbida e profumatissima, che non appena massaggiata sui capelli li ammorbidisce e li districa all’istante. Paradisiaca!! Se osserviamo il suo inci piuttosto ricco, nessuna sorpresa: a farla da padrone già in terza posizione c’è il magico condizionante che tutto può, il Behenamidopropyl Dimethylamine e senza il quale io un balsamo, ormai, non lo compro! (Sul Behenamidopropyl Dimethylamine ho speso fiumi di parole in queste pagine, per questo non mi dilungo! Ma la sua magia pare ben chiara solo alle aziende italiane: non mi è ancora capitato di averlo scovato nell’inci di qualche balsamo “straniero” e, davvero, me ne domando il perché!!). Subito dopo troviamo estratto di Mirtillo (così ci piace!! L’elemento caratterizzante la formulazione coincide di fatto col nome! Non pensiate sia così scontato! Saper leggere gli inci ti porta a scoprire cose che, davvero, a volte non vorresti sapere!), estratto di Lampone, burro di Karité, olio di Mandorle dolci, burro di Cacao, estratti di Camomilla, Limone, Ortica: ingredienti emollienti e intensamente idratanti da una parte, lucidanti e antiossidanti dall’altra, in un prodotto che difficilmente dimenticherete! Non posso tuttavia non menzionare un ingrediente a fine INCI, il Hydroxyisohexyl 3-cyclohexene carboxaldehyde (uff, che fatica) su cui non sono poi riuscita a scoprire un granché, ma pare essere una fragranza sintetica da pallino rosso per un suo certo potere sensibilizzante.
Certificato Leaping Bunny, AIAB, Nickel-Cromo-Cobalto tested. E poi Alkemilla è pugliese, proprio come me, per cui sono spudoratamente di parte 😉
WP_20170618_13_06_11_Pro
Come trattamento pre-shampoo il solito Olio di Bardana di Provida Organics e per lo styling il Fluido Modellante per capelli ricci con Miele di MaterNatura  (entrambi QUI) che sono finiti proprio qualche giorno fa, dopo mesi e mesi e mesi e mesi…
Una hair routine dolce e golosa, efficace sulla testa tanto quanto sull’umore! Quando lavarsi i capelli è più di una coccola…
L.
Dite che dovrei provare la maionese di Julia?

Hair routine extra morbidezza

 
Facendo i debiti scongiuri, corna e riti scaramantici del caso, posso affermare che, anche a questo giro, pare che abbia superato il periodaccio di caduta dei capelli fuori controllo. Dopo svariati anni sono ormai abituata a ricadute cicliche, ma questa volta è stata più lunga e intensa del solito, con tanto di arrabbiatura del mio tricologo, altrimenti molto british nel suo contegno.
Dicevo che ne sono uscita (per quanto?) e, alla data presunta di pubblicazione di questo post, il mio calendario mi dice che sarà l’ultima settimana di cura intensiva e che, dopo 5 mesi, potrò riprendere il “solito” mantenimento. Urrà.
Ma le buone notizie non vengono mai da sole e, cavalcando l’onda fortunata, mi è casualmente capitata per le mani quella che con tutta probabilità è una delle più performanti hair routine di sempre, nonché di sicuro la migliore dell’anno.
Per puro caso 4 prodotti, appartenenti a marchi e linee differenti, hanno lavorato bene insieme, segno che a prescindere dalla sinergia che possa crearsi usando quelle che amo definire “le combo”, se un prodotto è di per sé valido e funzionale, svolgerà bene il suo lavoro, non ci piove, anche preso singolarmente.
Orfana della tanto amata linea Doposole al fico d’india siciliano di Officina Naturae, ho fondamentalmente frugato a caso nelle mie scorte ed estratto, un po’ in stile mago col cilindro, o meglio Mary Poppins dalla sua deliziosa borsa, quel che di buono offriva il mio magazzino.
“LO SHAMPOO”
URTEKRAM_SHAMPOO BROWN SUGAR  250 ml  €6,99
Modificate in Lumia Selfie
Ora, tralasciamo il fatto che la bottiglietta avesse sul fondo qualche foro invisibile ad occhio nudo, con tutti i disagi -e le imprecazioni- del caso; quel che conta è che ho avuto per le mani uno shampoo praticamente perfetto per le mie esigenze di cute secca, stressata e sensibile.
Un gel ambrato, mediamente denso e dal rilassante e delicato profumo di lavanda; facile da adoperare, si lascia ben distribuire tra i capelli e produce una morbida schiuma, docile al risciacquo. Lo zucchero di canna, che ne costituisce la componente fondamentale direttamente al secondo posto nell’inci dopo l’acqua, è certificato FAIRTRADE, ha effetti antinfiammatori e riequilibra la cute, detergendola con dolcezza. Troviamo inoltre l’Aloe Vera, estratto e o.e. di Lavanda, o.e. di Eucalipto (tutti certificati biologici) e la sempre amata Vitamina E. Il prodotto si fregia inoltre delle certificazioni ECO CERT COSMOS ORGANICS, VEGAN E LEAPING BUNNY.
Ottima qualità, buon prezzo, facile e gradevole all’uso, realmente efficace: senza dubbio fa quel che promette e si candida al riacquisto!
wp_20161208_12_11_59_pro
“IL TRATTAMENTO”
MATERNATURA_IMPACCO CAPELLI RIVITALIZZANTE ALLA PASSIFLORA  200 ml  €12,99
Modificate in Lumia Selfie
Mi capita ormai di nominare MaterNatura praticamente ad ogni post in cui si parli di balsamo e/o maschera poiché è il mio metro di paragone, la mia scala Mercalli della districabilità. Da quando ho provato il Balsamo al Melitolo, praticamente agli albori di questo blog, ne sono stata completamente dipendente e solo la mia continua voglia di sperimentare mi ha permesso di provare altro. Sapevo di andare sul sicuro con questo impacco perché dal mio punto di vista MaterNatura è praticamente imbattibile sul fronte del trattamento del capello e non mi è pesato investire qualche soldino in più perché avevo la certezza che fossero ben spesi. Così è stato: una meravigliosa crema dal buon profumo di pulito che, a contatto con la chioma, immediatamente l’ammorbidisce e la districa in profondità. Passare il pettine sarà una goduria e tra le dita sentirete chiaramente il capello tornare a nuova vita! Al solito una formulazione di tutto rispetto, con l’amico Behenamidopropyl Dimethylamine al terzo posto, glicerina, olio di mandorle dolci e a seguire un bouquet di estratti: Passiflora (in 2 tipologie), Aloe, Avena, Malva, Miglio, Arancio Dolce, Limone e Mango. Io l’ho usata a mo’ di balsamo…non oso immaginare i risultati se l’avessi tenuta in posa più a lungo!! Ciò significa che per la prossima estate dovrà essere mia, di nuovo, affinché possa sfruttarne appieno tutti i benefici!! Meravigliosa!
wp_20161208_12_11_07_pro
“IL TRATTAMENTO EXTRA”
PROVIDA ORGANICS_OLIO DI BARDANA  100 ml  €11,50
Modificate in Lumia Selfie
Questa per me costituisce una vera rivoluzione poiché, come già detto, i miei capelli mal tollerano gli oli, specie senza risciacquo. Qualsiasi olio abbia usato sui capelli (rigorosamente bagnati) prima dell’asciugatura, anche se applicato in minime quantità, ha sempre dato pessimi risultati: chioma appesantita, terrificante effetto simil-unto. Ho voluto provare l’olio di Bardana di Provida Organics per le sue note proprietà stimolanti e antibatteriche, per contrastare secchezza e desquamazione del cuoio capelluto e promuovere la crescita del capello.
Avendolo io acquistato immediatamente prima del “grande crollo”, non ho poi voluto rischiare di applicarlo direttamente sul cuoio capelluto, temendo che l’effetto filmante degli oli impedisse ai medicinali di penetrare adeguatamente. Nello specifico l’uso che ne faccio è, a capello tamponato e districato, distribuirne una decina di gocce lungo il fusto e in particolar modo sulle punte, essendo anche un valido ristrutturante e anti-rottura.
L’odore non è sgradevole ma neanche tra i più invitanti! Il suo mix di oli, invero non particolarmente pregiati (olio di colza, di vinaccioli, di soia, d’oliva) estratti (di bardana) o.e. (rosmarino, menta piperita, limone) e vitamina E lavorano molto bene insieme dando vita ad un prodotto versatile e facilmente utilizzabile: capelli morbidissimi, lucidi, leggeri e soprattutto non unti! Molto interessante sarebbe testarlo come trattamento pre-shampoo, magari col favore della bella stagione! Certificato Leaping Bunny e Vegan (NCCO).
wp_20161208_12_10_13_pro
 
“LO STYLING”
MATERNATURA_FLUIDO MODELLANTE PER CAPELLI RICCI CON MIELE  100 ml  €11
Modificate in Lumia Selfie
Subito dopo l’olio di Bardana e prima del plopping, distribuisco sull’intera chioma una piccola noce di questo che è più un gel che un fluido, e ricorda realmente il miele per consistenza e colore. Di nuovo MaterNatura e di nuovo un prodotto per capelli ottimo! Nonostante l’alcool (da agricoltura biologica) sia così in alto nell’inci, non lo si avverte minimamente e non c’è alcun pericolo di secchezza, anzi! I ricci risulteranno morbidi, mediamente definiti e voluminosi! Una formulazione a base di glicerina, Aloe e Miele, estratti di Ortica, Camomilla e Altea.
Se proprio devo trovare un difetto a questo prodotto di sicuro è il pack: la sua pompetta rilascia davvero troppo poco gel/fluido per volta! Ma niente paura: vedo già nei vari e-commerce un nuovo pack che sembra infinitamente più pratico!
Non escludo che la definizione del riccio potrebbe progressivamente migliorare impiegando più prodotto e di sicuro il nuovo erogatore potrebbe facilitare la fuoriuscita di una quantità più idonea allo scopo, ma tutto sommato l’effetto non mi dispiace: come al solito tra volume e ricci definiti, essendo piuttosto difficile averli entrambi, scelgo il volume, la leggerezza e la morbidezza! Di sicuro questo prodotto garantisce questo tipo di performances! Certificato ICEA e Nickel Tested!
wp_20161208_12_10_49_pro
Estasiata da questo così ben riuscito mix, saluto shampoo e maschera ormai finiti e metto immediatamente in wish-list altrettanti prodotti Urtekram e MaterNatura: quest’ultima si riconferma assolutamente leader nel settore capelli mentre il primo è stato una piacevole scoperta e un marchio di cui approfondire la conoscenza!
Olio e Fluido, invece, essendo ancora a metà, continueranno a prendersi cura della mia chioma anche nella prossima hair care routine (appena iniziata ma già promettente!)…
stay tuned!
 
L. 
Modificate in Lumia Selfie

Impacco per capelli felici ;)

Quando si parla di un impacco nutriente per capelli secchi, in genere si pensa ad una maschera cremosa oppure ad un impacco di oli e/o burri; personalmente non mi verrebbe in mente l’opzione “mix di erbe” anche se, a ben pensarci, dopo aver fatto l’hennè con tutte le aggiunte del caso, i capelli sono effettivamente morbidissimi e nutriti.

Da pochi mesi l’azienda tutta italiana Phitofilos sta sbancando con le sue erbe e i suoi singolari prodotti per capelli, che in generale m’incuriosiscono molto. La mia attenzione è stata catturata da un impacco emolliente per capelli secchi, costituito da svariate polveri con cui preparare la consueta pappetta da tenere in posa seguendo il principio “più resisti, meglio è”.

130920152828

Phitofilos Arte D’Erbe Impacco Emolliente

PHITOFILOS, ARTE D’ERBE – IMPACCO EMOLLIENTE 100gr €8,00 circa

inci: Plantago Lanceolata, Althea Ocinalis, Medicago Sativa, Linum Usitatissimum, Hordeum Sp, Avena Sativa
Le componenti di questo mix (piantaggine, altea, erba medica, lino, orzo ed avena) hanno tutte spiccate proprietà emollienti e idratanti per il capello, e riequilibranti del cuoio capelluto, oltre che offrire un apporto in aminoacidi, vitamine, sali minerali, mucillagini, in grado di ristrutturare i capelli secchi e sfibrati.
Si prepara in pochi minuti: ho deciso di dividere il contenuto in 2 applicazioni, dunque:
1. 50 gr di prodotto in una ciotolina (aperta la busta si viene investiti da un odore un po’ pungente…. <<bene…>>, ho pensato!)
130920152832
2. Si aggiunge acqua “bollente” e si mescola (con l’acqua ci vado sempre cauta! Si rischia di avere un composto troppo liquido e ancor più “sgocciolante” durante la posa! Per cui abbiate cura di versarla poco per volta)
130920152834
3. Si aggiungono 3 cucchiai di yogurt (in realtà 3 cucchiai è la quantità raccomandata per 100 gr, ma io l’ho lasciata invariata! Tutta salute!): nel mio frigo, su ben 21 vasetti di yogurt (li ho contati! giuro) non ce n’era neanche uno bianco, per cui ho ripiegato sul gusto “mirtillo”…
130920152835
 
Una volta preparato, ma a dire il vero già dalla sola aggiunta dell’acqua, l’odore cambia notevolmente e diventa davvero gradevole!! Al mio naso risulta quasi un sentore di the o di tisane…
130920152836
Ho lavato i capelli e distribuito su radici e lunghezze il composto (ho deciso d’indossare ugualmente i guanti perché anche semplicemente i residui terrosi nelle unghie sarebbero stati odiosi da lavar via!) ed ho avvolto la testa nella consueta pellicola trasparente.
Dovevo uscire per pranzo per cui l’ho tenuto in posa circa 2 ore, altrimenti è il genere di prodotto che mi sforzo di tenere più a lungo. Nonostante le mucillagini rilasciate, il composto ha sgocciolato un po’: sarebbe forse opportuno considerare di miscelarlo con il consueto gel di semi di lino, che tra l’altro donerebbe un surplus di nutrimento e morbidezza e contribuirebbe a rendere la pappetta meno acquosa!
Il risciacquo non è stato problematico (per chi fa l’hennè è ordinaria amministrazione): ho preferito fare un leggero shampoo dopo per essere sicura di aver pulito per bene la cute da qualsiasi residuo potesse provocare pruriti ed irritare in generale.
Il capello risulta morbido e lucidissimo, in qualche modo è come se rinnovasse l’effetto lucente dell’hennè (che soprattutto con il “NERO” di Khadì è molto evidente!).
La seconda tranche, un paio di settimane dopo, ha dato ancor più soddisfazione, anche se non ho apportato alcun cambiamento nella preparazione… solo il gusto dello yogurt 😉
Consiglio di indossare sempre e comunque abiti sacrificabili, perché il composto cola e un po’ macchia (un asciugamani che avevo appoggiato sulle spalle ne è stato irrimediabilmente segnato!). Ancora: se avete intenzione di applicarlo in posizione eretta davanti ad uno specchio, stendete dei fogli di giornale sul pavimento poiché sebbene sembri una pappetta cremosa e ben amalgamata, quando la distribuite sui capelli tende a “sbriciolarsi” con effetto apocalittico pioggia-di-meteoriti (io consiglio il buon vecchio metodo “a testa in giù nel lavabo”).
Non è un effetto talmente straordinario da rendere questo prodotto assolutamente irrinunciabile, ma per quel che mi riguarda è un’ottima alternativa per chi, come me, ha capelli secchi ma che rifiutano gli oli (anche se ben risciacquati ne risultano appesantiti). Se poi avete una certa attitudine all’intruglio potrebbe diventare una piacevole parentesi da concedersi almeno 1 volta al mese per completare la propria hair care routine (la spesa è assolutamente sostenibile!).
Personalmente rimango sempre più sbalordita dagli effetti e dai benefici che questi prodotti hanno sui capelli, nella loro semplicità. E sono convinta che riuscire ad utilizzarli più di frequente di quanto non faccia potrebbe aiutarmi a risolvere più di qualche problema. Ma, ahimè, il tempo è tiranno e la vita frenetica (in un mondo migliore avrei molto più tempo da dedicare a questi trattamenti… ma è anche vero che in un mondo migliore di certo non perderei i capelli….)
L.

DISCOVERING BIOTURM!

Avete presente quando un marchio non ve lo filate proprio? Quando sì, sapete che esiste e che lo vendono in un determinato e-commerce….ricordate vagamente il packaging…..potreste anche tirar ad indovinare la tipologia di prodotti, ma ciò nonostante non avete mai neanche letto un singolo inci, un feedback, una cavolo di recensione?  Semplicemente non vi ha mai sfiorato il pensiero di prenderlo in considerazione per un ipotetico acquisto. Ecco, è precisamente quello che è accaduto tra me e Bioturm. In fin dei conti siamo sommersi ormai da tanti brand più che interessanti, in special modo Ecco-Verde (l’e-commerce in questione) conta non so quanti fornitori,…perché avrei dovuto interessarmi proprio a Bioturm?

Poi, un giorno, vedevo un video della bella e brava Giulia (Kina Yoshimoto) ed ho appreso che Bioturm in realtà produceva tante tipologie di shampoo piuttosto apprezzate a sentir lei (e a leggere i numerosi commenti entusiastici), con un fantastico packaging, un prezzo medio-basso e, a quanto pare, un’ottima performance! Come ha fatto a sfuggirmi?! Dalla scoperta all’acquisto il passo è stato breve…

Lo shampoo pilota è stato:

010920152802

Bioturm Shampoo Brillantezza N.102

Bioturm Shampoo Brillantezza Nr.102  200 ml €4,99                                      (su Ecco-Verde)

INCI: Aqua, Coco-Glucoside, Sodium Coco-Sulfate, Disodium Cocoyl Glutamate, Sodium Cocoyl Glutamate, Lactic Acid, Sodium Chloride, Guar Hydroxypropyltrimonium Chloride, Argania Spinosa Kernel Oil*, Olea Europaea Fruit Oil*, Diheptyl Succinate, Capryloyl Glycerin/Sebacic Acid Copolymer, Parfum, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Citric Acid, Limonene, Linalool

* certified organic
free from mineral oil, synthetic dyes, PEG


Partiamo da ciò che salta all’occhio: il pack è molto bello e colorato (perfetto anche per un regalo!), inoltre davvero pratico perché si può tranquillamente tenere a testa il giù (come sono solita fare) quando il prodotto inizia a scarseggiare. Il foro nel tappo permette, infine, un adeguato controllo della quantità in uscita. 
Il gel è denso e gradevolmente profumato (una profumazione dolce e delicata a dire il vero, ma naturalmente il profumo è una questione parecchio soggettiva): per distribuirlo correttamente ed aiutarsi nel massaggio è bene allungarlo con un po’ d’acqua di volta in volta. Già durante il lavaggio si percepisce al tatto un certo potere disciplinante, cosa difficile da riscontrare in uno shampoo! Produce una discreta schiuma e questo semplifica le operazioni di lavaggio (chi ha provato shampoo che NON fanno schiuma sa di cosa parlo…).
Lava bene, non è aggressivo ed i capelli risultano molto morbidi e lucidi, mi piace moltissimo!
E’ una formula semplice ma che funziona! Un INCI piuttosto breve, che non conta chissà quali ingredienti di pregio (salvo olio di Argan e olio di Oliva biologici certificati) ma a quanto pare ha tutto ciò che serve per svolgere ottimamente il suo lavoro! Il suo nome, “shampoo brillantezza” è azzeccato, non c’è che dire. Last but not least si fregia dell’ottima certificazione BDIH, cosa non da poco!
Di questa linea “economica” Bioturm ha creato varie tipologie di shampoo, di cui una buona metà è finita dritta dritta nella mia wish list (caffeina attiva 106, color rosso 108, volume 104, ..)…. ma non prima di provare qualcosa di completamente diverso (amo complicarmi l’esistenza)!
stay tuned!
010920152798

😉

L.

HENNE’, July edition

ore 14:51…
La June edition è stata, aimè, saltata: come mi è già capitato di dire, da fine aprile si è ripresentata l’odiata caduta dei capelli, per cui ho lasciato perdere anche l’hennè; so bene che non mi avrebbe fatto alcun male….anzi! Tuttavia chi, come me, soffre di questa patologia saprà che si arriva ad un punto in cui si evita persino di toccarli. Non volevo sottoporli a nessun tipo di stress. Anche oggi, in verità, non ero del tutto convinta di volerlo fare, ma visto che stavo trasformandomi in Crudelia Demon, ho dovuto.
A questo giro ci sono state non poche novità nella mia abituale routine. Anzitutto… l’hennè!
050720152530

Khadì tinta vegetale “Nero”

KHADI’ TINTA VEGETALE NERO  100 gr €6,90 circa

INCI: Indigofera Tinctoria (Indigo) ● Lawsonia Inermis (Henna) ● Emblica Officinalis (Amla)
Dopo mesi sono ritornata al vecchio, caro, Khadì. Ho sempre usato le colorazioni Nocciola, Castano Chiaro e Castano Scuro (le ho usate per anni!) e mi sono sempre trovata divinamente, tutte e 3 in egual misura . Ho voluto prendere il Nero non perché intenda diventare “nera” di capelli (credo che diventeranno al massimo castano ancor più scuro), ma perché ho letto ottime recensioni in fatto di copertura dei bianchi. L’interrogativo è stato: ossidazione sì o no? Sappiamo tutte che l’Indigo non va fatto ossidare e che la Lawsonia, invece, sì. Visto che è la Lawsonia in verità a coprire i bianchi, logica vuole che un minimo bisognerebbe far ossidare. Ma con le temperature alte di questi giorni si rischia di oltrepassare il limite entro il quale viene sprigionato il colore, dunque prepararlo ieri sera era fuori discussione. Alla fine ho optato per prepararlo direttamente questa mattina e applicarlo: avrebbe ossidato direttamente in testa. Avendo tagliato i capelli ho modificato anche le dosi…
per il gel di semi di lino -> 200 ml di acqua, 2 cucchiai di semi di lino;
(ho diminuito anche di un paio di minuti la durata dell’ebollizione, volendo di proposito aver un gel meno denso che fosse più facile da mescolare con le polveri)
polveri -> 50 gr di hennè nero Khadì…e basta!
(nessun mix, voglio proprio testare questo hennè in totale purezza).
Appena l’ho mescolato, mi sono ricordata perché amo così tanto questi hennè Khadì: la polvere è fine, setosa, si lascia amalgamare con enorme facilità e crea un composto vellutato, senza grumi, perfetto. Sono hennè di altissima qualità, non ci piove! E’ stato anche piacevole applicarlo appena fatto, ancora tiepido e cremoso!
050720152532
A causa del gel meno denso e del caldo, qualche gocciolina è colata… ma solo dopo 2 ore ho riconosciuto il tipico colore rossastro (ah bene, mi sono detta, stai ossidando solo ora, maledetto??! e in 2 ore che abbiamo fatto??!) 
Ora sono passate 5 ore ed è il momento del risciacquo, incrociamo le dita!
ore 19,30…
Contrariamente alle mie abitudini, ho deciso non solo di risciacquare abbondantemente i capelli, ma anche di fare uno shampoo veloce, proprio perché ho la cute piuttosto sensibile e non voglio lasciare residui…e se penalizzerò il colore, pace. Dunque i capelli sono stati lavati, ho fatto il classico plopping e poi li ho lasciati asciugare spontaneamente in casa durante il pomeriggio. Il colore è, come previsto, un castano scuro; i bianchi sembrano egregiamente coperti, ma non voglio sbilanciarmi perché so già che domani ne salterà fuori qualcuno che ora non vedo (ne renderò conto sulla prossima edition); “l’odore” è, come ricordavo, più intenso rispetto al Centifolia, quindi per i prossimi 3 gg sembrerò appena fuggita da un fienile.
IMG-20150705-WA0023IMG-20150705-WA0022
Complessivamente sono molto soddisfatta  e se nel corso di Luglio rimarrò di questa opinione, ho già in mente un nuovo esperimento, sempre marchiato Khadì!
to be continued….
L.

…finito!! Shampoo all’argilla bianca Bjobj

E’ difficile trovare uno shampoo anti-forfora che sia adatto per capelli secchi: in genere il concetto di forfora si accompagna sempre a quello di capelli grassi. Nel mio caso funziona diversamente perché ho capelli ricci e tendenzialmente secchi, ma ho anche una cute un po’ problematica da tenere costantemente sotto controllo.
Mi è piaciuto immediatamente: lava bene, lascia cute pulita e capelli morbidi! In particolare è bellissima la sensazione con cui scorrono le dita all’attaccatura dei capelli, mai provata prima d’ora!! Al risciacquo, la chioma è ben disciplinata, tanto che sono riuscita a passare il pettine anche senza il balsamo! E questo non è da poco!!
Confermo la mia ottima opinione degli shampoo Bjobi (avevo già provato quello all’Avena e adorato quello all’Olio di Oliva): in questo caso forse lo sconsiglierei a chi ha davvero capelli molto grassi perché, probabilmente, potrebbe risultare insufficiente.
Per fortuna è finito appena in tempo perché la mia cute da qualche giorno stava iniziando a fare i capricci, segno che era arrivata l’ora di cambiare! Per cui è uno shampoo che, per quanto mi riguarda, va alternato e non usato per lunghi periodi (cosa che comunque è bene fare con ogni shampoo)!
Se vi dovesse interessare è reperibile in vari e-commerce al prezzo di circa €8,00/€9,00 per 250 ml (io l’ho acquistato su Ecobiolovers!)
shampoo Bjobj all'Argilla Bianca su sfondo del giardino del vicino..

shampoo Bjobj all’Argilla Bianca su sfondo del giardino del vicino..

INCI: aqua (water), coco-glucoside, ammonium lauryl sulfate, sodium coco-sulfate, glycerin, kaolin, panthenol, glyceryl oleate, *betula alba leaf extract, *urtica dioica leaf extract, tocopherol, sodium benzoate, benzyl alcohol, potassium sorbate, *lavandula hybrida oil, sodium cocoyl hydrolyzed amaranth protein, citric acid, sodium chloride, linalool, limonene, geraniol.

 
L.