Una potenziale routine capelli rinforzante

La mia precedente Hair Care Routine è stata una specie di ecatombe, una sconfitta senza pari: la maggior parte dei prodotti che si sono susseguiti nel corso dei mesi, sono stati poco efficaci (se non addirittura completamente INEFFICACI), salvo rare eccezioni. Ma così è, mica possiamo imbroccarli sempre tutti, giusto?

Giusto!

A questo giro continuiamo con un barlume di speranza poiché, lo vedrete, non è andata poi così male, fortunatamente! Anzitutto mi preme fare sempre la solita, doverosa premessa: purtroppo dal 2012, sebbene in molti non lo direbbero grazie a Dio, soffro di una caduta patologica dei capelli ed uso ininterrottamente dei farmaci che, per ovvie ragioni, non mostrerò. Al tempo stesso ho deciso di adottare la strategia di integrare nella mia routine prodotti specifici per la caduta, per il ciclo: A NON SAPER NE’ LEGGERE NE’ SCRIVERE…IO CI PROVO! SE MI VA BENE….BUON PER ME! Non credo in tutta onestà che uno shampoo rinforzante, ad esempio, possa fare la differenza: ad ogni modo, tanto che lo shampoo lo devo comprare comunque, perché non prenderne uno specifico? Alla peggio, non farà differenza! Tutto ciò per dirvi che, ahimè, non posso darvi nessun feedback in merito a quanto questi prodotti possano fare o meno la differenza in fatto di caduta perché non posso averne contezza, proprio in virtù delle mie cure! Quindi….non chiedetemelo 🙂

Fantasia Painting(83)Partiamo con il lavaggio, dove tutto ha inizio: lo SHAMPOO STIMOLANTE CAPELLI TENDENTI A CADUTA ALL’YLANG YLANG di MATERNATURA è stato acquistato proprio per questo scopo! Lavare strizzando un occhio al problema, sperando che funzioni anche solo in minima parte! Partiamo col dire che ho avuto sin da subito un feeling non indifferente con questo prodotto: la sua consistenza in gel e la capacità di schiumare bene e facilmente l’hanno reso uno shampoo tra i migliori usati di recente! La sua profumazione, poi, l’ho adorata: mi ha portato alla mente qualche shampoo della mia adolescenza, per carità nulla di neanche lontanamente naturale men che meno biologico, qualcosa tipo “Clear”, tanto per intenderci! Dunque l’esperienza del lavaggio è stata sempre piacevolissima! Va inoltre detto che non ha mai IMG_20200202_174526arruffato/seccato le lunghezze, sempre rimaste perfettamente docili al pettine! Arrivata agli sgoccioli però ha iniziato a perdere colpi: ho notato la cute meno pulita del solito e qualche episodio inaspettato di desquamazione. Per fortuna era praticamente finito! Ad ogni modo un vero peccato perché altrimenti l’avrei ricomprato di sicuro!

 

 

Come da tradizione MaterNatura, tanta bella roba dentro: Ylang Ylang, Ortica, Avena, Olivo, Limone, Caffè, Vitamina E, oltre ovviamente ai tensioattivi del caso! Scorgo anche un Menthyl Nicotinate (ingrediente spesso presente nei prodotti anti-cellulite e con cui quindi ho spesso a che fare. Ricordate? Ne abbiamo parlato QUI) che francamente non mi aspettavo di vedere in uno shampoo. Riflettendoci, ha il suo perché: attivatore del microcircolo, trova effettivamente la sua giusta collocazione in un prodotto stimolante! Non temete però: nessun bruciore o rossore!!

Fantasia Painting(84)Proseguiamo con un balsamo d’eccezione e tanto più visto che si tratta di un prodotto estremamente low cost: BALSAMO MIGLIO E AVENA di PH BIO! Quel che di questo prodotto proprio mi fa arrabbiare é il fatto che non sia facilmente reperibile: di tanto in tanto viene avvistato alla LIDL (che non è propriamente dietro l’angolo per me) oppure al DM (ancor peggio) fino ad esaurimento scorte, poi più niente per mesi! Proprio in virtù di questo, una volta approdato magicamente alla LIDL di Taranto non me lo sono lasciata scappare ed ho inviato in missione punitiva un mio amico. Ad ogni buon conto non credo di aver pagato più di €3 per quel che si è rivelato uno tra i migliori balsamo mai provati: la presenza del magico condizionante Behenamidopropyl Dimethylamine é di per sé quasi sempre una certezza…ma in questo caso il tutto funziona IMG_20200203_192256maledettamente bene! Una crema morbida e profumata che districa e ammorbidisce i capelli quasi all’istante! Un vero piacere da utilizzare… e dire che di balsami io ne ho provati!! Ad asciugatura ultimata, la capigliatura é morbida, lucida e mai appesantita: penso che fare un impacco con questo prodotto, sebbene nasca come semplice balsamo, possa veramente fare la differenza in presenza di capelli secchi e sfibrati. Unico neo, oltre alla sua reperibilità ballerina: il pack. Assolutamente improponibile. Se contate di far fuoriuscire il prodotto al momento, state freschi: il mio consiglio come sempre in questi casi é tenere la bottiglietta sempre a testa in giù cosicché il balsamo possa raccogliersi già all’imbocco della confezione ed essere facilmente prelevato fino all’ultima goccia! Almeno il tappo é sufficientemente largo e piatto da consentirlo, tranquilli.

 

Fantasia Painting(86)A capelli lavati, condizionati, sciacquati e tamponati, la mia routine procede con un prodotto jolly, inserito proprio per il principio di cui sopra (nell’intro): la LOZIONE STIMOLANTE CAPELLI TENDENTI A CADUTA ALLE FOGLIO D’OLIVO di MATERNATURA. Stessa famiglia dello shampoo, ho pensato di darmi una ulteriore mano utilizzando qualcosa che possa in qualche modo agire sul ciclo caduta-riscrescita. Il problema tuttavia per me sta nel fatto che, come già specificato, utilizzo una lozione due volte al giorno e mischiare le cose non mi pare mai una buona idea, credete a me. Ho provato infatti ad integrare questo prodotto in pausa pranzo, a distanza dunque di svariate ore dall’applicazione del mattino e quella della sera, ma purtroppo non è andata bene. Probabilmente questo mix di attivi e medicinali ha avuto come conseguenza solo quella di sensibilizzare la cute e provocare prurito: ovviamente non mi pareva il caso d’insistere, per carità! Ho decisoIMG_20200202_174511 infatti di tentare l’applicazione proprio a cute pulita, subito dopo lo shampoo: certo, non è la frequenza consigliata dall’azienda…ma per me è stato davvero l’unico modo di utilizzarla con costanza e soprattutto senza timore! Notate bene che anche qui è presente il Menthyl Nicotinate ed infatti, sebbene sulla cute non ne avverta in alcun modo l’azione, se casualmente qualche goccia dovesse colare sulla fronte, la sua azione rubescente è piuttosto evidente (per fortuna non accompagnata da bruciore ma solo da una lieve sensazione di calore!). Gli altri ingredienti sono di nuovo quelli visto nello shampoo: estratti di Olivo, Avena, Limone, Caffè e Ortica. Contiene Alcool come quasi sempre accade a prodotti di questo tipo, dunque se non lo avete in simpatia…statene alla larga (posso dire dal mio punto di vista che la sua presenza passa inosservata). Se abbia sortito qualche effetto francamente non saprei, ma lo spero ed in ogni caso l’ho già riacquistato per tentare di dare continuità al trattamento!

Fantasia Painting(87)Continuo con un altro prodotto jolly, sempre in linea con la mia attuale filosofia: se proprio dev’essere…che almeno sia rinforzante! Ed infatti da un po’ sentivo la necessità di reintrodurre nella mia routine un olio: perché non restare a tema, allora? In fatto di oli i miei capelli non vanno per il sottile: o li odiano o li amano. Punto. Nessuna via di mezzo. Ricordo con affetto l’olio di Bardana di Provida Organics (QUI) che alla fine ricomprerò, un giorno o l’altro! Lo STRENGTH ORGANIC HERBAL HAIR OIL N28 di DR. KONOPKA’S è stato tutto sommato un buon alleato in quanto ad idratazione e nutrimento. Bisogna andarci piano con le quantità (una pipetta di prodotto è più che sufficiente per l’intera capigliatura), pena quell’effetto tendente all’unto che non è proprio il caso di avere. Ha un’ottima e fresca profumazione di Lemongrass, molto gradevole da utilizzare ma non persistente! Contiene un mix di oli (Girasole, Oliva, Macadamia, Argan, semi di Borragine, Jojoba, Mandorle Dolci, Enotera), o.e. (Arancio IMG_20200203_192344Dolce, Limone, Lemongrass e Pino) ed estratti (Betulla, Ginseng) tutti volti a rendere il capello forte e vitale! Di sicuro per mettere a frutto tutte queste belle qualità, bisognerebbe applicarlo alla radice con un bel massaggio che ne favorisca l’assorbimento o ancor meglio utilizzarlo come impacco pre-shampoo lasciandogli il tempo di agire! Io l’ho usato invece sulle lunghezze perché principalmente avevo necessità di fornire un surplus d’idratazione pre-styling, dunque quanto possa aver agito come rinforzante è davvero relativo! Sono sempre molto timorosa di applicare qualcosa sulla cute, lo vedete chiaramente…ed ho le mie valide ragioni per farlo. In particolare Fantasia Painting(85)temo un po’ di più gli oli ed il fatto che non vengano lavati via completamente, andando ad inficiare l’uso dei miei medicinali; è inoltre noto che necessitino di una base inumidita…cosa non propriamente fattibile d’inverno…senza contare il fatto che accorcino sensibilmente la durata della tinta! Insomma: tante valide ragioni per tenersi a debita distanza dalle radici…anche se il dubbio di non averne sfruttato appieno le potenzialità resta, aihmè!

Dulcis in fundo, ma neanche tanto, lo styling ancora firmato PARENTESI BIO! Ho continuato imperterrita ad usare URCA GEL MASK come già visto nella routine precedente (QUI) senza peraltro cambiare opinione: quel che manda in visibilio mezza Italia su di me si è rivelato una delusione! Per carità, nulla d’inutilizzabile altrimenti portare a termine una confezione da 250 ml sarebbe stato un incubo! Solo che su di me non ha sortito gli effetti sperati: gradevole IMG_20200203_192327nell’utilizzo, complice anche il suo buon profumo! Appena lavati i ricci risultavano un po’ troppo rigidi: diciamo che il giorno dopo erano decisamente più naturali! Inoltre non li manteneva in forma più di tanto e sono stati più i giorni in cui li ho tenuti legati che il contrario! Averli tagliati ha dato una mano alla buona riuscita dello styling in generale, ma francamente non fa per me! Non mi dilungo in quanto ne abbiamo già parlato e resto ferma su quanto già detto anche ora che ho finito la confezione ed ho avuto modo di usarlo ancora un po’ di tempo!  Ingredienti di tutto rispetto, per carità, ed anche in questo caso tutti volti a donare un boost rinforzante alla capigliatura: lino, ortica, fieno greco, luppolo, spirulina, cipolla, zenzero, miele, rosmarino,..! Per quel che mi riguarda tuttavia questo prodotto non solo non ha sortito alcun effetto rinforzante o apportato benefici al cuoio capelluto le volte in cui l’ho adoperato come maschera, ma è stato anche piuttosto carente in fatto di performance sui miei ricci come semplice prodotto da styling! Per il ciclo “a mai più rivederci”!

06/02/20: a chiusura di questo post voglio lasciare una nota; la routine di cui vi ho parlato si é appena conclusa, per la cronaca sono i primi di febbraio….e davvero non so quando riuscirò a postare questo articolo….ma sappiate che sono le 15:14 del pomeriggio e sono appena tornata dalla mia abituale visita di controllo tricologica. Mi ha trovata sorprendentemente bene!!….che questa routine abbia funzionato davvero?! Ai posteri l’ardua sentenza!

L.

Fantasia Painting(88)

…e poi Betulla, Malva e Camomilla, Aloe, ricchi premi e cotillon!

Le beauty routine capelli continuano a susseguirsi a ritmi davvero incalzanti! Nello specifico, quella di cui parleremo oggi mi ha tenuto compagnia fino a pochi giorni fa, almeno per quel che concerne shampoo (finito) e balsamo (pericolosamente agli sgoccioli); per l’extra care e lo styling avremo modo di riparlarne anche nella prossima puntata, con nuove impressioni in corso d’opera, perché sono appena a metà!

Ebbene, che la festa cominci…

NATURA SIBERICA FRESH SPA_Birch Tree Shampoo

WP_20170722_13_27_48_ProPartiamo con il botto! Uno shampoo che mi è piaciuto dalla prima goccia all’ultima…e che continua a piacermi anche ora da vuoto perché ha indubbiamente una confezione molto bella che medito di riciclare!

Un paio di mesi fa un tricologo mi ha detto: “L. lo sai, vero, che non esiste uno shampoo che possa bloccare la caduta…” ed infatti per quanto la mia fede nelle cosmesi sia pressoché smisurata, non ho mai neanche lontanamente sperato in niente del genere. Tuttavia, considerato la mia altrettanto irremovibile fede nel motto <<Aiutati che Dio ti aiuta>> cerco sempre di dare un mio contributo nell’evolversi degli eventi e, nell’attesa di un miracolo, tanto che la testa dovrò pur lavarla, perché non acquistare uno shampoo fortificante? Nello specifico questo signor shampoo, fa parte delle esigue referenze vendute da Ecco-Verde (esigue rispetto alla valanga di linee e prodotti del marchio, non tutte con inci impeccabile, come ho già avuto modo di dire QUI), è certificato ECOCERT ed è al 99% di origine naturale, niente male. La sua formula è caratterizzata dal succo di Betulla, che tanto mi è simpatica in quanto notoriamente impiegata in cosmesi in prodotti anti-caduta e anti-cellulite, entrambi nemici giurati! Infatti le sue note proprietà antinfiammatorie, tonificanti, purificanti e riattivanti della circolazione sanguigna ne fanno un valido WP_20170528_10_09_39_Prosupporto per molteplici problematiche di pelle, ma anche contro dolori muscolari (ciascuno di noi dovrebbe piantare una betulla in giardino, anche semplicemente come talismano)! A seguire estratti di Ortica e di 7 erbe siberiane! Contiene anche della Mica che gli conferisce questo aspetto brillante (del tutto inutile…ma quant’è figo)!! Il suo profumo è delicato, lava bene, non aggredisce la mia già permalosa cute ed i capelli risultano puliti e leggeri! Non posso dire se abbia avuto un qualche effetto sulla caduta, in quanto mi trovo al picco massimo annuale con relativa cura extra strong, ma penso che per una normale situazione stagionale possa meritare una chance! Pack pratico e funzionale, oltre che molto elegante e la consistenza stessa dello shampoo, piuttosto fluida, consente una perfetta erogazione! Insomma, tanto bello quanto buono!!

WP_20170806_14_31_31_Pro

BioQ_Balsamo Malva e Camomilla

WP_20170722_13_28_19_Pro

Di BioQ corteggiavo da tempo immemore un altro balsamo (Miele e Aloe) che, ironia della sorte, è sempre stavo puntualmente sold-out ogni volta che mi apprestavo  fare un ordine! Ho ripiegato dunque sul suo fratellino meno famoso, Malva e Camomilla, che pure meritava una chance, considerato costo contenuto, bell’inci, certificazioni varie e naturalmente il magico condizionante che tutto può in terza posizione, capirete bene che doveva essere mio! Questo balsamo si è rivelato davvero ciò che speravo e, se proprio devo rimproverargli qualcosa, di certo è l’odore: è erbaceo ma un po’ dolciastro e pungente, niente insomma che si possa particolarmente apprezzare! Ma ad ogni modo è stato (e lo sarà almeno per un altro paio di lavaggi) un buon compagno di viaggio! La sua texture cremosa e ricca fa già presagire che si tratta di una formulazione nutriente ed avvolgente; estratti di Malva e Camomilla dunque, ma anche Ylang-Ylang (responsabile all’80% della profumazione) e Rosmarino! Naturalmente il Behenamidopropyl Dimethylamine, come già detto, svetta in cima all’inci e fa la differenza: i capelli sono facilmente e immediatamente districati e pettinabili, oltre che morbidi e lucidi!! Dermatologicamente testato e certificato AIAB, QC e Leaping Bunny! A questo punto vorrei mettere le mani sulla versione Miele e Aloe ma anche Menta e Timo!

WP_20170806_14_28_15_Pro

SEZIONE AUREA_Tiziana Lozione Divina

WP_20170722_13_28_39_Pro

Avendo constatato di persona quanto possa fare la differenza introdurre nella propria hair care routine l’aceto (QUI), mi sono messa alla ricerca di un prodotto che ne unisse le proprietà ad una piacevolezza e praticità di utilizzo che di certo quello presente nella vostra dispensa non ha! Già perché portarsi dietro questa bottiglia medio/grande in vetro, diluirlo e tenere sui capelli quel classico odore un po’ acido di sicuro non è il top e non facilita i rapporti interpersonali. La Lozione Divina invece, costituisce un’alternativa di sicuro più facile, veloce e gradevole! Innanzitutto il suo pack è veramente ben fatto: solido e robusto ma in plastica, perfetto da maneggiare anche con le mani bagnate! Lo spray poi rilascia una perfetta quantità di prodotto! A base di Aceto e idrolato di fiori d’Arancio, contiene anche Aloe, Glicerina, Pantenolo, estratti di Timo e Rosmarino, o.e. di Limone e Lavanda: una formulazione appositamente acida per richiudere le squame del capello, donando lucentezza e controllando il crespo; il suo odore, che ve lo dico a fare, è molto buono ed è dato esclusivamente dagli o.e. contenuti (al mio naso prevale l’agrumato del limone)! Una chicca per le adoratrici delle proprie chiome: se siete della hair care addicted non può mancare nel vostro assortimento, anche se il risciacquo acido con il classico aceto è un’altra storia!

WP_20170806_14_24_53_Pro

I PROVENZALI_Dermogel Biologico Lenitivo ALOE

WP_20170722_13_29_08_Pro

L’ho preso appositamente per lo styling, nonostante sia ben conscia che il gel d’Aloe sui miei capelli non ha mai funzionato. Mi sono detta che in fondo, con l’approssimarsi dell’estate, avrei potuto usarlo per innumerevoli cose e, del resto, è scientificamente provato che in casa il gel d’Aloe bisogna averlo (QUI). Inutile dire che è rimasto in disparte per molto, molto tempo perché in effetti i miei capelli non ne volevano sentir parlare e sulla pelle non mi fa impazzire: tutte le valide ragioni che avevo escogitato per giustificare l’acquisto, all’improvviso sono crollate come un castello di carte. Ma visto che odio sprecare prodotti e, da brava Ariete, sono tendenzialmente testarda, l’ho rispolverato cercando di trovare una sua utilità: se sui ricci ne mettevo poco era come non metterne affatto, troppo invece li rendeva duri al tatto e con un terrificante effetto bagnato. E dunque, se una cosa proprio non funziona, perché non unirla ad un’altra che funziona sempre? Ebbene, un po’ di gel d’Aloe mischiato ad una pari quantità di balsamo…e il gioco è fatto! Ho già detto che mi capita veramente spesso di usare un po’ di balsamo per lo styling (si, funziona! Provateci…ma solo per ricce vere, non quelle che hanno due onde in croce, date probabilmente dal cuscino, e ritengono di avere i capelli ricci): questa combo permette di avere ricci definiti ma morbidi, leggeri e voluminosi…e tiene a bada i nodi tra un lavaggio e l’altro! Mischiato ad un olio non mi da un buon risultato, per cui per il momento lo userò in questa maniera, ma suppongo che i test continueranno e chissà che non mi venga una buona idea nel frattempo!!

WP_20170806_14_24_15_Pro

Di sicuro la star di questo post è lo shampoo, mi pare evidente; tuttavia ciascun prodotto si è dimostrato valido, ed hanno sortito un ottimo risultato lavorando in sinergia! Nell’immaginario collettivo i capelli ricci sono “facili e veloci” da gestire…ma solo perché non facciamo la piega??! Niente di più falso: necessitano di molte attenzioni e cure extra…ma è pur vero che è un prezzo che pago molto volentieri!

L.

WP_20170722_13_27_22_Pro

BACK TO NATURE_hair-care routine Remedia

Volendo generalizzare, il mercato dell’ecobio si divide in 4 maxi-tipologie di aziende:

  1. Il simil-farmaceutico. Pack seri senza fronzoli, in genere bianchi, formule che combinano ingredienti naturali alla ricerca di laboratorio, prezzi medio-alti ma comunque accessibili (Dr. Hauschka, Santaverde, ecc).
  2. Il simil-profumeria. Pack accattivanti, formule di gradevole e facile utilizzo, ingredienti naturali ma senza troppe pretese, prezzo medio-basso (Biofficina, Alkemilla, ecc)
  3. Il Fascia alta.  Pack essenziali ed, in genere, di color nero. Ingredienti di pregio con formule molto semplici, prezzi esorbitanti, spesso prodotti oltreoceno (May Lindstrom, Mun, ecc.)
  4. L’artigianale. E’ il caso di aziende che preferiscono rimanere di nicchia, piuttosto che industrializzare il processo produttivo. Ingredienti spesso coltivati in loco o acquistati da fornitori  a km 0, pack semplicissimo, prezzi bassi (Fitocose, Antos)

E se il simil-profumeria mi ha sempre soddisfatta, il simil-farmaceutico non mi attira granché e il fascia alta non me lo posso permettere (e non sempre lo condivido), è dall’artigianale che sono partita e a cui di tanto in tanto mi piace tornare, ma con una new entry: artigianale per antonomasia, dalla semina, al raccolto, alla trasformazione delle materie prime, alla realizzazione del prodotto finito; formule piene di attivi e di tutto ciò che di buono la natura può offrire; prezzi da medi a medio-alti, a seconda del caso; tradizione che si fonde con un sapere antico, volto a curare spirito e corpo….REMEDIA ERBE.

Ho conosciuto Remedia solo di recente, ma mi ha intrigata da subito (sono tornata indietro di anni, quando ancora esistevano i cataloghi cartacei e me li portavo a letto, segnando tutto ciò che volevo acquistare). Ho già avuto modo di parlarne in un paio di occasioni (QUI e QUI), e ci ritorneremo penso di frequente poiché ho in wish-list circa il 90% del loro assortimento, ma oggi voglio affrontare l’argomento HAIR-CARE ROUTINE, a me tanto cara e al contempo spina-nel-fianco. Non è stato facile staccarsi dai miei abituali prodotti, che rappresentano da tempo un porto sicuro (i balsami Biofficina Toscana e MaterNatura funzionano alla grande per i miei capelli e lo shampoo Bioturm mi ha conquistata dal primo istante!)

WP_20151020_22_17_01_Pro

Remedia Shampoo alla linfa di Betulla

SHAMPOO ALLA LINFA DI BETULLA  200ml €16,00

inci: Aqua (contenuta nell’AA e nel tensioattivo), Coco-glucoside (tensioattivo di origine vegetale), Betula alba juice* (linfa di betulla), Alcohol* (contenuto negli estratti), Hydrolized wheat protein (proteine del grano), Helianthus annuus seed oil* (olio di girasole), Olea europaea fruit oil*, Aloe barbadensis leaf juice* (aloe in glicerina), Glycerin* (contenuta negli estratti), Kaolin (argilla bianca), Lavandula angustifolia flower water* (AA di lavanda), Juniperus communis fruit extract* (AA di ginepro), Ocimum basilicum leaf extract* (AA di basilico), Urtica dioica leaf extract* (est.in alcol di ortica),  Hippophae rhamnoides fruit extract* (estratto in alcol di olivello), Achillea millefolium flower extract* (oleolito di achillea e RF yarrow), Arctium lappa root extract* (oleolito di bardana),  Juniperus communis fruit oil* (OE Ginepro), Rosmarinus officinalis leaf oil* (OE rosmarino), Pogostemon cablin oil* (OE patchouli), Litsea cubeba oil* (OE Litsea), Citric acid, Xanthan gum (gomma naturale), Cera alba*, Quercus robur bud extract* (RF oak), Aesculus hyppocastanum flower extract*, (RF Chestnut bud), Limonene**, Citral**. *Da agricoltura biologica . ** Componenti naturali degli OE

Non posso dire che il prezzo sia inaccessibile o completamente proibitivo, ma di sicuro sopra la media. Non sono solita spendere oltre €10 per uno shampoo, perché ci sono moltissime valide alternative ben al di sotto di questa soglia, ma per questo concentrato di attivi ho voluto fare un’eccezione. Il prodotto è decisamente liquido… ed il binomio shampoo liquido e costoso non è il massimo, perché si tende ad utilizzarne più del dovuto. Inoltre genera poca schiuma e anche questo non aiuta perché si tende, ancora una volta, ad usarne in dosi abbondanti. Ho cercato sin dal primo utilizzo di fare del mio meglio, controllando le quantità, aiutandomi nel massaggio con l’acqua, senza fretta. Molto spesso il lavaggio dei capelli è un’operazione veloce e si dedica molto più tempo ad impacchi o maschere o anche allo styling. Avendo per le mani un prodotto con molti ingredienti interessanti che dovrebbero avere una valenza in parte “curativa”, ho cercato di dedicarci più tempo del solito, massaggiando a lungo e a fondo. Essendo una formulazione senza profumo aggiunto e con così tanti estratti, l’odore è nettamente “erbaceo” ma non sgradevole (che cmq non rimane a lungo sui capelli). L’effetto, credetemi, è sbalorditivo. So di essere incline a facili entusiasmi, a volte, ma mai in merito a questioni riguardanti patologie, come la perdita “seria” di capelli. Non ho MAI creduto nell’efficacia di uno shampoo per questioni di questo tipo (cosa potrà mai cambiare nell’arco di una shampata? Un prodotto a risciacquo quanto potrà mai influire?). Ed invece il mio scetticismo è stato lavato via (è il caso di dirlo) sin dal primo utilizzo. Non volevo credere ai miei occhi quando mi sono ritrovata in mano un esiguo batuffolino! Sarà una coincidenza di fattori o una strana congiunzione astrale, ma questo shampoo funziona. Inoltre i capelli risultano inaspettatamente morbidi e lucidi e la cute pulita e riequilibrata come non succedeva da tantissimo tempo. Non m’illudo che possa essere una ripresa permanente (non lo è mai), ed infatti l’effetto sorprendente avuto all’inizio è andato via via scemando con il passare del tempo, ma intanto l’ho ricomprato (e l’ho ricomprerò ad oltranza fino a quando avrò anche 1/5 dell’effetto sopracitato)! Con i canonici 2 lavaggi settimanali, la confezione è durata ben oltre il mese e mezzo.

WP_20151020_22_18_51_Pro

Remedia Balsamo Aloello

BALSAMO ALOELLO  200 ml  €14,00

inci:  Aqua (contenuta nelle AA), Alcohol*, Aloe barbadensis leaf*, Glycerin*, Cocos nucifera oil* (olio di cocco), Xanthan gum (gomma naturale), Salvia officinalis water* (AA di salvia), Daucus carota sativa water* (AA di carota), Lavandula angustifolia flower water* (AA di lavanda), juniperus communis fruit/leaf Water* (AA di ginepro), Urtica dioica leaf extract* (estratto di ortica in alcool), Cetearyl alcohol (emulsionante vegetale), Symphytum officinale root extract* (estratto in glicerina ), Cetearyl glucoside (emulsionante vegetale), Citrus aurantium dulcis peel oil* (OE di arancio), Coriandrum sativum seed oil* (OE di coriandolo), Cananga odorata oil* (OE di ylang-ylang), Daucus carota sativa seed oil* (OE di carota selvatica), Pyrus cydonia flower extract* (RF Cotogno), Castanea sativa flower extract* (RF Sweet Chestnut), Symphytum officinale leaf extract* (RF consolida), Linalool**, Limonene**.Balsamo con ingredienti da agricoltura biologica controllato da SoCert.  98% di ingredienti biologici.

Come sopra: formulazione liquida, odore di “natura”. Appena applicato sui capelli, scompare del tutto: neanche al tatto si avverte di aver applicato qualcosa. E’ come se i capelli l’assorbissero all’istante! Non ho le chiome particolarmente lunghe in questo periodo, per cui non ho grosse difficoltà a districarli. Diversamente, forse, questo balsamo non mi sarebbe di grande aiuto nell’impresa. Il modus operandi è questo: applico e massaggio una noce di prodotto, pettino, risciacquo accuratamente, tampono con un asciugamani e successivamente ne distribuisco un’ulteriore, piccola quantità. Poi plopping e asciugatura. Sicuramente è un prodotto che va imparato ad usare; il suo effetto ce l’ha ma ad onor del vero ho provato balsami che funzionavano meglio per i miei ricci esigenti (il sempre amato Biofficina Toscana, o ancor meglio il MaterNatura): ho bisogno di qualcosa di più cremoso e avvolgente…ho bisogno di un condizionante (e non uno qualunque! “Loro” vogliono il behenamidopropyl dimethylamine e non più sotto della terza o quarta posizione nell’inci!!) . Ottimo invece come prodotto da styling: il riccio non è appesantito, è sufficientemente morbido e definito. A ben pensarci è anche un uso più furbo: tutto questo mix di attivi è quasi un peccato da risciacquare! Mi piace il fatto che rimanga sul capello, idratandolo. In effetti nell’ultimo periodo utilizzo un balsamo più strong per districare (una new entry di cui parlerò a breve…)e Aloello come balsamo senza risciacquo…ottimo!

WP_20151020_22_20_57_Pro

Un giorno i miei capelli mi ripagheranno per tutto questo impegno, lo so!

L.