Il mio rituale urbano

Dal primo momento in cui le ho provate, ho immediatamente capito che sarebbero dovute essere mie. Non è facile entrare da subito in empatia con un prodotto, molto spesso capita di apprezzarlo solo dopo un lungo periodo di utilizzo: ebbene, nel caso di Ariel ed Alena, le due creme viso di Agronauti, è stato amore al primo … tocco!
Non ne ho fatto un mistero e, del resto, inserire nei Best Of 2015 due creme provate in campioni (seppur da 8 ml l’uno) vorrà pur significare qualcosa!
Approfittando del Black Friday e del fatto che Ariel fosse scontata del 30% e la spedizione fosse gratuita, le ho acquistate entrambe (crepi l’avarizia)!
 
Brevissima intro: Agronauti è un marchio piuttosto nuovo nel panorama della cosmesi eco-bio Made in Italy e si distingue di netto dal resto dell’offerta poiché il concept di questi prodotti è incentrato su un’azione protettiva/preventiva nei confronti dei danni da inquinamento, aspetto molto spesso sottovalutato se non addirittura ignorato da molte di noi (me per prima: il fatto che io non viva a Pechino e non vada in giro con una mascherina non significa che sia al sicuro dall’inquinamento!)
 
per il giorno….
ARIEL  Crema viso idratante antismog con protezione UV  50 ml €22,60


*ingredienti di origine biologica

100% degli ingredienti di origine naturale
22% degli ingredienti di origine biologica


Confezione riciclabile al 100%

Dal sito, Proprietà Speciali…

 Moringa Oleifera (Moringa Pterygosperma) estratto di semi / dalla natura il perfetto fattore antismog. Crea una barriera naturale contro i metalli pesanti presenti nell’aria inquinata
 Natual Moisturizing System (Olio di CoccoOlio di Semi di RisoOlio di Argan) / fattori di idratazione naturale che imitano il contenuto lipidico della pelle prevenendone la secchezza
 Defensil® (Olio di Semi di Viperina PiantagineaOlio di Semi di GirasoleEstratto di Cardiospermum Halicacabum) / una combinazione di fattori naturali con effetto protettivo, lenitivo riparatore
→ Protezione UV / fattori di protezione contro le radiazioni solari che invecchiano precocemente la pelle

Il pack, lo vedete da voi, è troppo carino! Il formato è da 50 ml in un pratico tubo, robusto ed igienico (anche se, su questa storia delle confezioni “igieniche” avrei da dire la mia…. ma non in questo post! Tranquilli!). Si presenta come una crema bianca e compatta, dall’odore “vegetale” molto lieve. Nel momento in cui la si stende, si avverte chiaramente al tatto la presenza di una componente “farinosa”, penso data dal Titanium Dioxide, e questo fa si che non sia propriamente una di quelle creme da stendere senza guardarsi allo specchio!  L’avevo già detto nelle prime impressioni, e lo confermo: richiede un po’ di accortezza nella stesura perché facilmente può creare striature bianche o lasciare residui indesiderati, specie vicino le sopracciglia o nelle aree un po’ più periferiche del viso. Questo, di sicuro, è un piccolo “contro”, poiché non si riesce a stratificarla in velocità, come spesso richiedono i tempi stretti del mattino! Ed è piuttosto antipatico, lo ammetto. Bisogna procedere con piccole quantità per volta per aree circoscritte… e anche piuttosto in fretta! 

In compenso, però…. è una favola! Dopo averla applicata il viso appare subito disteso e come levigato! E poi.. è MAT: al tatto la pelle è asciutta e vellutata e opaca alla vista! Da qui allo step successivo, il trucco, è tutto in discesa! Per me che uso il fondo minerale compatto (il Flat Perfection) ed amo un’applicazione quanto più leggera possibile, è l’ideale! Il pennello scorre senza intoppi, non si rischiano antiestetici accumuli di prodotto e non c’è bisogno della cipria! Effetto velvet ma non artefatto! A-D-O-R-O!
Altro aspetto che un po’ m’impensieriva al momento dell’acquisto è stato il fatto che, andando incontro alla stagione fredda, temevo che potesse essere un po’ troppo leggera. In realtà, da dicembre ad oggi, devo dire che mantiene tranquillamente la pelle in totale comfort per tutto il giorno! Dalla seconda metà di Gennaio però, quando le temperature si sono abbassate ulteriormente, ho usato a scopo precauzionale un mix di Ariel ed Alena, perché non si sa mai!      
 
per la sera….
ALENA  Crema notte nutriente per il viso  30 ml  €24,70
 

*ingredienti di origine biologica


100% degli ingredienti di origine naturale
19,5% degli ingredienti di origine biologica

Confezione riciclabile al 100%

Dal sito, Proprietà Speciali…

→ Sodio Ialuronato + estratto di Semi di Melograno / due ottimi fattori antiage con effetto repair
→ Oli naturali (Cocco + Karitè + Avocado + Argan) / una miscela di oli naturali con effetto ristrutturante e nutriente
→ Sphingosome moist® (Sodio LattatoMannitoloLecitinaSodio PCASodio Cocoil Glutammato)/ una molecola con componenti ad effetto tonico e idratante


Protesto! Il pack (sempre delizioso) è in un’inspiegabile formato da 30 ml, cosa che non condivido assolutamente! Sarà che, tra le due, Alena è la mia preferita….ma penso che sarebbe stato più logico avere i canonici 50 ml (in fondo, una crema con “protezione solare” sebbene non chimica ma fisica, come Ariel io la indosso se esco al mattino o di pomeriggio, ma se rientro a casa e non devo più uscire userò Alena! Così come userò Alena prima di uscire di sera e prima di andare a letto; in definitiva Alena si usa molto più di frequente che Ariel). Mi piace moltissimo…ed è così confortevole! Qui non si pone l’inconveniente del Titanium Dioxide, è una crema bianca, soffice e un tantino più ricca della precedente, ma senza mai essere pesante o grassa! Dimenticate di alzarvi al mattino col viso lucido! Questo fa di Alena un trattamento utilizzabile in qualsiasi circostanza ed anche come base trucco si presta egregiamente! Per cui se temete che Ariel possa essere “troppo poco” ma non volete niente di unto, allora Alena potrà fare al caso vostro! Il viso risulterà incredibilmente morbido e credetemi se ve lo dico perché nel momento in cui vi scrivo non smetto di accarezzarlo….
 
Sono passati circa 2 mesi da quando ho iniziato ad usarle quotidianamente e oramai i tubetti, specie quello di Alena, sono piuttosto leggeri (il materiale di cui sono fatti è davvero spesso e non si riesce a vedere la quantità rimasta neanche in controluce…aiaiai) per cui suppongo dovremo presto separarci: per quanto io sia sempre curiosa di provare qualcosa di nuovo, queste sono le tipiche creme che sì… ricomprerei!!
Naturalmente sono entrambe Vegan e Cruelty Free! 
L.
Annunci

best of 2015!

31/12…tempo di bilanci!
 
Se mi guardo indietro vedo un anno che, in fondo, è volato, ma che è stato sufficientemente lungo per poter provare una certa quantità di cosmetici, sperimentare, studiare nuove routine…. insomma! Prendersi cura di sé è una cosa seria 😉  e se non lo fate voi, credetemi, non ci sarà nessuno a farlo al posto vostro!
Dunque, una certa quantità di prodotti dicevo, e pochi bidoni in fondo, per cui  questo bilancio parte già in positivo! Ma ora ripercorriamo insieme questo 2015 attraverso i post che hanno celebrato i miei best of delle mie categorie preferite!
CAPELLI
La cura dei capelli è fondamentale, specie per me che, purtroppo, combatto da qualche anno con un’importante caduta. Il prodotto, tra tutti, che mi ha conquistata dal primo utilizzo all’ultimo, che ho riacquistato più volte ed è sempre e comunque in wish list è stato il Balsamo al Melitolo di MaterNatura. Un prodotto in totale empatia con i miei ricci, perfetto sotto tutti i punti di vista: davvero, se mi chiedessero di pensare a migliorarne anche solo un aspetto, non saprei cosa chiedere di più ad un balsamo! E’ stato capace di scalzare dalla vetta il mio sempre molto amato Balsamo Concentrato Attivo di Biofficina Toscana, vincitore indiscusso di questa categoria per molti anni! Vorrà pur dire qualcosa, no?
261220141664
 
…ma….non solo! Permettetemi un ex aequo (giuro, sarà l’unico!)! Di sicuro lo shampoo alla Betulla Remedia mi ha aiutata moltissimo! Non potrò mai dimenticare lo stupore nel constatare la netta riduzione di “vittime” sin dal primo utilizzo! Ne ho usate due confezioni in successione e l’effetto, come ho già reso noto nel post specifico, è andato via via scemando. Ma la bontà di questo shampoo è indiscussa! Oggi la mia routine si compone di due diversi shampoo che alterno: entrambi buoni, per carità … tuttavia mi stanno facendo rimpiangere il Remedia, sul serio! Mi sono accorta che con loro ottengo un buon risultato in fatto di “salute” del cuoio capelluto, il solito che ho sempre ottenuto…. ma che si rivela all’improvviso appena sufficiente se paragonato a ciò cui il Betulla mi aveva abituata!
WP_20151020_22_17_01_Pro
BIO SKIN-CARE
In verità sono prodotti che ho usato troppo poco e da troppo poco tempo per poter ragionevolmente assegnar loro questa vittoria! Ma… non posso farci niente….io AMO queste creme sia dal primo tocco. Nell’attimo in cui hanno incontrato il mio viso ho subito percepito un feeling nuovo ed ho pensato: <<aaaah, ma allora esistete!>>
Di creme per il viso ne ho provate a palate, ma Ariel e Alena di Agronauti hanno qualcosa di speciale! Avrò modo di parlarne in maniera più approfondita nel post che dedicherò loro tra qualche tempo, quando saranno state ampiamente collaudate! Per il momento mi piacciono… ma davvero tanto!
 
BODY CARE
Anche su questo sono stata molto decisa! Questa crema, acquistata per errore in un formato enorme, mi ha tenuto compagnia a lungo e ne ho apprezzato a fondo i benefici; benefici che, peraltro, non ho purtroppo potuto constatare in seguito con nessun altro prodotto utilizzato…. il che mi suggerisce <<RICOMPRALA>>. La Bio Cell Stimulation di Bioearth ha realmente una marcia in più: la pelle è visivamente compatta, liscia, ….bella! Non ha una marea di estratti, ma c’è qualcosa (zampe di gallina, code di rospo,…) che la fa funzionare maledettamente bene! Se volete investire nella lotta contro la cellulite, sappiate che non vi deluderà!
 
010820152655
 
MAKE-UP NATURALE
Certo che, per una patita di rossetti come me, è assolutamente riprovevole non eleggere il proprio rossetto preferito come trionfatore dell’intera categoria! Il problema è che di rossetti ne ho troppi… e ne amo troppi in verità. Li ho guardati e riguardati, provati, indossati…. niente! Altro che ex aequo! In questo caso non riuscivo a scendere sotto la soglia dei 5!!! E comunque mi pareva di fare un torto agli altri (lo so, capitemi). Dunque il migliore della categoria sarà indiscutibilmente lui: lo smalto n.954 di LadyLya, altrimenti noto come smalto alla Kylie Jenner! Nell’ultimo periodo mi sono ritrovata a portare unghie molto più lunghe del solito e questo colore così raffinato si è prestato egregiamente! Mi piace il colore, la resa, la coprenza, la durata…mi piace tutto… lo indosso sempre con molto piacere e molto più spesso di quanto non faccia con gli altri (che devono aspettare il loro turno) 😉
 
WP_20151104_23_19_28_Pro
 
LETTURE
Categoria che non c’entra nulla col beauty, ma c’entra molto con me e a cui tengo molto ma non ho potuto dedicar tempo. Purtroppo quest’anno ho letto pochi libri e tutti mediocri, lo ammetto. Diciamo che non è stato un anno fortunato per un sacco di cose, libri inclusi. Se proprio devo trovare un vincitore, non ho dubbi: “Ladra” di Sarah Waters si erge nettamente sopra la media, benché non sia all’altezza delle precedenti letture della stessa autrice!
 
060420152218
Non vi ammorberò oltre parlandovi del mio detersivo preferito o dei miei amati cereali! Ma non abbiamo ancora terminato! Dopo avervi elencato le mie preferenze… beh…. ci sono le vostre! Ebbene, qual’è il post più letto dell’intero anno? Il più cliccato del 2015, sebbene relativamente recente? (rullo di tamburi)….
 
WP_20151018_12_59_29_Pro
 
….e questo, permettetemelo, la dice lunga sulle nostre adorabili fisse! La cellulite è ancora il nemico N.1!
 
L.
…buon anno… ❤

testing AGRONAUTI

Pensavo di poter condurre una normale esistenza anche senza dover approfondire la conoscenza con Agronauti, ma mi sbagliavo. Questa azienda (che se sei di Milano consegna in bicicletta! A-d-o-r-o!) si è affacciata sul panorama della cosmesi naturale distinguendosi di netto dal resto dei marchi attualmente in commercio e proponendo prodotti vegan & cruelty free, ovviamente privi di sostanze dannose come piace a noi, ma indirizzati nello specifico a contrastare i segni dell’inquinamento che ci circonda, grazie all’impiego di ingredienti quali l’acido fitico o l’estratto di semi di moringa.
Il naturale che fino a pochi anni fa era un settore di nicchia, ora sforna sempre nuove aziende, prodotti su prodotti, converte realtà già esistenti e rivede le formulazioni dei loro cavalli di battaglia: proporsi con idee nuove, entusiasmo e spirito creativo specialmente oggi, è essenziale. Ecco perché il loro concept mi ha conquistata ed ho deciso di testare i loro prodotti, in che modo: curiosando sul sempre divertente blog NON METTERE PRESSIONE ho appreso che si può ordinare un kit completo di 2 campioncini per tipologia di prodotto, per un totale di 14 bustine da 8 ml, al prezzo simbolico di €0,01+ spese di spedizione (queste ultime verranno rimborsate tramite un coupon all’interno del pacco, scontabile sul primo ordine). Chi mi conosce sa che non posso resistere di fronte a questo genere di iniziative, per cui dalla visita su NON METTERE PRESSIONE al click su “aggiungi al carrello” il passo è stato breve (circa 8 minuti, se non ricordo male).
 
WP_20151021_14_10_19_Pro

Jason body cleanser

JASON_body cleanser: la consistenza è completamente liquida, per cui parecchio difficile da gestire dalla bustina. Nessuna sorpresa però: nel pacchetto era presente un biglietto che avvertiva proprio di questa formulazione appositamente studiata per il pack della full-size (erogatore ECO-MOUSSE “push and save”*), che permette poi una reale ottimizzazione del prodotto (se ne dovrebbe risparmiare il 40% rispetto alla media dei detergenti). L’odore è agrumato ma estremamente lieve; genera poca schiuma ed in generale è davvero delicato. Penso che sia ideale per pelli stressate e reattive, ma anche per quelle molto secche: deterge senza aggredire e privare la pelle del suo fisiologico film idrolipidico. Grazie alla combo acido fitico+sodio gluconato ha un’azione mirata su metalli pesanti da smog e sali calcarei. Purtroppo la full-size ha un costo (€19,30) nettamente superiore a quello che io in genere spendo per un bagnoschiuma!

 
WP_20151021_14_17_22_Pro

Sedna moisturising body cream

SEDNA_moisturising body cream: bianca a dalla consistenza molto densa, questa crema è un vero piacere da spalmare! Nella formulazione è presente il profumo che però al mio naso è quasi del tutto impercettibile: lo definirei più che altro un “odore vegetale” molto lieve. E’ ideale per tutte quelle persone (e sono tante! io stessa, qualche anno fa, lo sono stata) che non tollerano le creme corpo profumate oppure che non rinunciano all’eau de toilette del cuore e quindi necessitano di una “base” neutra. L’estratto di semi di Moringa funge da anti-smog e “ripara” la pelle dal contatto con i sali calcarei presenti nell’acqua corrente e nelle piscine. E’ nutriente, setificante, vellutante… e ne basta poca, quindi sebbene la full size abbia un costo più alto della media (€27,60 per 200ml), penso che potrebbe facilmente essere ammortizzato.

 
WP_20151021_14_07_47_Pro

Syd everyday shampoo

SYD_everyday shampoo: con un totale di 16ml non pensavo di andar lontano, per cui ho versato il contenuto dei 2 campioncini in un improvvisato spargishampoo e l’ho diluito; in questa maniera sono riuscita a lavare la chioma senza intoppi. Il prodotto ha un profumo quasi impercettibile ed è molto denso, dunque immagino che la full size (200 ml €14,80) possa durare abbastanza. Non è che possa dire granché dopo un solo utilizzo, tuttavia la cute è decisamente pulita e i capelli leggeri e lucidi. Va massaggiato per bene per riuscire ad ottenere un pochino di schiuma, ma una volta fatto si procede nel lavaggio con scioltezza. E’ uno shampoo concepito per un uso frequente e difatti è piuttosto delicato! Anche qui troviamo la combo acido fitico+sodio gluconato, estratto di semi di moringa ed in più proteine del riso idrolizzate per un naturale effetto condizionante (molto evidente, peraltro). Se avessi potuto scegliere i campioni da provare, di sicuro non avrei preso lo shampoo…e invece!

 
WP_20151021_14_09_41_Pro

Gea complexion color corrector

GEA_complexion color corrector: con le creme colorate non ho un grande rapporto, lo sapete. Come texture è fluida, ma bisogna essere rapide nella stesura perché asciuga piuttosto in fretta! Il colore per me è forse un pochino scuro , o meglio.. è al limite e certamente un tono chiaro penso potesse andar meglio. Non trovo sia per niente coprente (le piccole discromie continuano a vedersi), e l’effetto uniformante è scarso e dipende molto dall’abilità nel distribuirla e comunque non è granché. L’azienda consiglia di evitare l’area degli occhi: per me, invece, è ottima come correttore: la sua consistenza leggera e asciutta è perfetta per chi, come me, non ha alcuna pretesa in fatto di occhiaie. Quello su cui NON transigo è che non entri nelle rughette e questa non lo fa in alcun modo! Meglio se applicata con una spugnetta in lattice invece che con le dita: la stesura è più semplice e si minimizza in rischio di macchie. Anche qui troviamo l’estratto di semi di Moringa ed inoltre burro di karitè, olio di mandorle e di argan per un surplus di nutrimento.

WP_20151021_14_06_56_Pro

Talia face cleanser

TALIA_face cleanser: sapendo che il prodotto sarebbe stato oltremodo liquido, ho pensato di aprire la bustina e travasare il contenuto in una piccola jar, affinché potessi usarla per più applicazioni in maniera un po’ più agevole, e così è stato. Purtroppo con il sample si perde completamente il fattore consistenza, che penso sia determinante: la mousse è data dal pack* della full size; diversamente forse si tende ad usarne un po’ troppo nel tentativo di produrre un pochino di schiuma. Anche qui acido fitico+sodio gluconato, ma anche ginseng, estratto di hamamelis e Sphingosome moist® (sodio lattato, mannitolo, lecitina, sodio pca, sodio cocoil glutammato) ad effetto tonico e idratante. Dopo la detersione la pelle tira un pochino, ma penso che usando il prodotto nella giusta quantità e sotto forma di mousse, si potrebbe ovviare a questo inconveniente!

WP_20151021_14_08_39_Pro

Ariel antipollution day cream

ARIEL_antipollution day cream: crema bianca dall’odore lieve, si assorbe in fretta e non consente di essere massaggiata più di tanto. Se non si stende bene o se si stratifica eccessivamente può lasciare dei residui biancastri (penso a causa del biossido di titanio). L’aspetto stupefacente, dico davvero, è il finish matt di questa crema che, nonostante ciò, idrata per tutto il giorno. Consentitemi di dire che è proprio bella da indossare, confortevole e anche una discreta base trucco. Difficile trovare un prodotto che riesca nell’impresa di coniugare ingredienti idratanti, protezione solare, leggerezza ed effetto asciutto. Si è dimostrata perfetta anche sotto il minerale (non lo credevo!)! Anche qui l’estratto di semi di Moringa, olio di cocco, di riso e di argan per mantenere l’idratazione, Defensil® (olio di semi di Viperina Piantaginea, olio di semi di girasole, estratto di Cardiospermum Halicacabum) ad azione protettiva, lenitiva e riparatrice, e protezione UV.

WP_20151021_14_09_28_Pro

Alena anti-aging repairing nourishing night cream

ALENA_anti-aging, repairing, nourishing night cream: altro giro, altra crema. Effettivamente è più ricca della precedente, più morbida e nutriente ma, anche in questo caso, nessuna lucidità o effetto unto! Piacevolissima da stendere, permette anche un discreto massaggio. L’odore anche in questo caso è molto discreto, quasi impercettibile. Nulla vieta d’indossarla anche di giorno poiché, ripeto, non è pesante o untuosa. Contiene sodio ialuronato ed estratto di semi di melograno ad azione anti-age, olio di cocco, di avocado, di argan e burro di karitè per un’idratazione completa, ed ancora il Sphingosome moist®. Semplicemente deliziosa, la adoro….

Ebbene, non mettevo in dubbio la qualità di questi prodotti, ma confesso di essere rimasta sorpresa! In particolare modo, si sarà capito, le 2 creme viso mi hanno letteralmente conquistata!! Di sicuro un’opinione basata su qualche giorno di utilizzo merita una verifica, ma se non avessi altro da provare in questo periodo, vi assicuro che avrei già acquistato le full-size di entrambe! La mia unica perplessità è che possano rivelarsi non completamente sufficienti in inverno (semmai dovesse arrivare, intendo!) ma la tentazione è forte! […perché resistere, in fondo?] E poi ho un buono da spendere  😉
L.
WP_20151021_14_02_38_Pro